CORINI A FINE GARA: "meno brillanti del solito, bravi a riprenderla. Venezia avversario tosto"

Sabato 5 Dicembre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - C'è un pizzico di rammarico per aver mancato il quinto successo di fila, ma Eugenio Corini a fine gara si tiene stretto il punto conquistato dai giallorossi con il Venezia. Ecco le sue parole in Sala Stampa.

Equilibrio - "Conoscevamo le loro caratteristiche e le hanno sviluppate bene. Primo tempo equilibrato, siamo passati in vantaggio ma loro hanno segnato due gol belli, facendo gioco prima a sinistra e poi a destra. Erano molto attenti nella fase difensiva, cercavano di contrattaccare punto per punto. Nella ripresa c'è stato un predominio territoriale nostro, li abbiamo spinti a difendersi sempre più bassi, alla fine abbiamo trovato il pari con una grande iniziativa di Falco. Poi il Venezia ha fatto densità, mentre a noi è mancato qualcosa per regalarci un guizzo finale".

Lucidità - "La squadra non è stata brillante come in altre occasioni, eppure ha fatto quel che avevamo chiesto. Ci è mancato un pizzico di fortuna. Il Venezia era un punto sotto di noi in classifica, avevamo un grande rispetto dell'avversario, non c'erano motivi per sottovalutare questo impegno e infatti non l'abbiamo fatto, recuperando con una grande dimostrazione di lucidità".

Buon punto - "La striscia di sette risultati utili è importante, poi è normale che quando uno gioca vuole vincere sempre, ma a volte non succede e ci portiamo a casa questo buon punto".

Coppia del gol - "Coda e Mancosu sono giocatori importanti per noi, di grande qualità e grande disponibilità. Sappiamo bene che sono elementi imprescindibili per noi".

Frosinone all'orizzonte - "Avremo un altro confronto duro, col Frosinone che oggi ha recuperato due reti al Chievo Verona vincendo nel finale. Sappiamo che è un avversario di grande spessore, ma contiamo di scendere in campo per riprenderci subito quel che ci è sfuggito oggi".