La VIGILIA di LANNA: "attenzione alla loro capacità di ripartire. Voglio più concretezza"

Venerdì 18 Dicembre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Con Corini ancora fermato dal coronavirus tocca ancora a Salvatore Lanna guidare il Lecce e dunque presentarsi anche in Sala Stampa alla vigilia di Lecce-Pisa di domani alle 14 a porte chiuse al "Via del Mare". Ecco i temi affrontati dal tecnico del Lecce alla vigilia (FOTO SOPRA DURANTE SALERNITANA-LECCE).

Situazione infortunati - "Abbiamo tutti a disposizione, fatta eccezione per Dermaku. Ieri non si sono allenati con il gruppo Meccariello, Mancosu e Tachtsidis che hanno avuto bisogno di recuperare la fatica di Salerno, ma possiamo considerarli disponibili".

Dermaku - "Il ragazzo sta vivendo un periodo estremamente sfortunato, dopo l'infortunio di Cosenza si è messo anche il coronavirus a rallentarne il recupero. Abbiamo dato la nostra disponibilità ad andare a Parma, dove c'è un macchinario che può aiutarlo ad un recupero pieno".

Falco - "Pippo sta bene, si è ripreso dalla botta alla caviglia per cui ha fatto questi accertamenti settimanali che hanno comunque dato esito negativo. Ci sta mettendo grande voglia, dobbiamo ringraziarlo per la disponibilità che ha dato nel finale a Salerno. Ci teneva ad aiutare i compagni anche pochi minuti, nonostante non fosse al top della forma".

Turn over - "E' chiaro che le formazioni si fanno anche in funzione dei tanti impegni che abbiamo in questa fase. E' un periodo particolare, di calendario molto ravvicinato, ma dobbiamo pensare prima alla prossima gara, poi a quella dopo. Ora serve massima concentrazione sul Pisa. La squadra fa bene in chiave offensiva ma deve migliorare l'incisività sotto porta. Deve raccogliere di più per tutto quel che crea".

Pisa - "Affrontiamo una squadra che è in salute ed ha fatto sette punti su nove nelle ultime tre, che gioca un calcio abbastanza offensivo col trequartista dietro a due punte. Dovremo opporci con le nostre solite armi, con intensità e voglia di portare avanti il pallone, ma dovremo stare molto attenti alle loro capacità di ripartire".

Corini - "Il mister è sempre con noi, il confronto è costante. Lui da casa ci indirizza, ci guarda, ieri abbiamo fatto una video-conferenza. I ragazzi hanno bisogno di lui, non li abbandona mai sotto ogni punto di vista. Di certo non è un momento facile per lui, vorrebbe stare qui, esprimere la sua grinta ai ragazzi, incitarli. Ma anche a distanza, vi assicuro, si fa sentire".