1° GOL IN A IN SOLI 3 SPEZZONI: Lecce si dispera, Corvino aveva CHIUSO PER HAUGE. Poi è arrivato il Milan...

Lunedì 23 Novembre 2020 | Cosimo Carulli | News

MILANO - Si chiama Jeans Petter Hauge, ha 21 anni, è norvegese e dopo tre spezzoni di partita ha già festeggiato il primo gol in Serie A con il Milan, ieri sera nel posticipo Napoli-Milan 1-3 chiuso proprio dal sigillo finale dell'attaccante scandinavo.

Hauge è il grande rimpianto dell'estate del DS del Lecce Corvino: è stato a un passo dal Lecce che si era mosso prima del Milan ed aveva formalizzato una offerta molto importante ai norvegesi del Bodo Glimt, arrivando vicinissimo ai due milioni di Euro pur di averlo.

Hauge, sostanzialmente, era il "principe" del budget di mercato stanziato dal Lecce per il campionato di B. Una acquisizione praticamente conclusa, saltata in aria per l'arrivo dell'offerta del Milan.

A trattativa in dirittura d'arrivo con il Lecce è arrivata l'offerta del club rossonero e Bodo Glimt e agente del calciatore hanno accettato subito a pari condizioni la chiamata del "diavolo", una soluzione di maggiore prestigio, ovviamente, per tutti i soggetti coinvolti nell'affare.

A ricostruire tutti questi retroscena è stato più volte lo stesso Corvino che ha tracciato le lodi di questo giovanissimo attaccante, un profilo di mercato proprio da Lecce. Ecco le parole del DS.

Corvino svela tutto sulla trattativa Hauge - "ho seguito a lungo il calciatore, in quella fase cercavo un'ala d'attacco di qualità nel 4-3-3 e Hauge mi ha colpito per le sue caratteristiche di attaccante di fascia ma anche di punta capace di segnare. Con il suo agente e la società norvegese eravamo arrivati all'accordo vicinissimi ai due milioni di Euro, ma in quei giorni si è manifestato un interesse del Milan e le parti hanno preferito accettare subito quella trattativa che offriva al ragazzo prospettive di maggiore prestigio. E' un destro a cui piace giocare a sinistra e accentrarsi. E' veloce e completo, ha una forza fisica che lo fa brillare per resistenza in campo. E' un calciatore estremamente di prospettiva".