News

BARONI HA UN PIANO: "pronto un cambio di modulo dove gli interni di centrocampo saranno fondamentali"

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia di Cittadella-Lecce

24.09.2021 14:00




LECCE - Marco Baroni si aspetta ancora segnali dal suo Lecce, dopo i due successi di fila con Alessandria e Crotone.

Alla vigilia dell'impegno di Cittadella il tecnico ha parlato alla stampa. Ecco in sintesi tutti i temi, sotto la video-conferenza integrale.

Valutazioni - “L'opportunità delle cinque sostituzioni è molto importante, in questa gara dovranno essere gestite bene. Ho più di qualche dubbio sulla formazione, uno per reparto. Ai ragazzi in questi giorni ho chiesto dei segnali positivi, volevo sapere chi ha voglia di giocare, chi si sente bene. Sarà la terza gara in otto giorni ma non ci devono essere alibi, non dobbiamo sentirci stanchi o parlare di stanchezza. Sono ragazzi giovani, possono gestire tre gare, anche se dobbiamo attingere alle risorse di tutti”.

Cittadella - “Partita molto complicata, contro una squadra che ha continuità nella guida tecnica rispetto allo scorso anno, visto che l'allenatore ha sempre lavorato con loro e visto che hanno un gioco molto consolidato. Hanno fatto una prestazione importante a Benevento, il risultato ha preso dimensione solo nel finale e se c'era una squadra che meritava il vantaggio e magari anche di raddoppiare è sembrata il Cittadella. Partita difficile, ci sarà da correre molto, ma abbiamo bisogno di misurarci con squadre simili anche per vedere dove siamo noi”.

Soluzioni in mezzo - “Stiamo lavorando a un sistema di gioco che prevede dei movimenti particolari dei due interni di centrocampo. Gargiulo li ha naturalmente, Helgason li sa trovare perchè ha qualità, Majer ha pure qualità ma gli viene chiesto un lavoro diverso. Gli interni devono limitare il palleggio, trovare efficacia nel modo di attaccare l'area avversaria, accorciare la distanza tra la squadra e l'unica punta. Mi è piaciuto anche Bjorkengren, un ragazzo che sa farsi trovare pronto”.

Segnali da Gargiulo - “Questa mattina dopo la riunione tecnica ho chiesto se avessi tralasciato qualcosa a Gargiulo, che è stato lì sino a un mese fa, mi ha aggiunto un paio di cose, ma noi dobbiamo pensare soprattutto a fare emergere le nostre qualità. Dovremo essere bravi a leggere le varie situazioni della gara, avere velocità di gioco e di passaggio. Se vai a Cittadella lezioso fai il loro gioco, sono molto aggressivi”.

Classifica - “Noi abbiamo le idee chiare sul progetto, sul percorso, in questo momento la classifica conta meno anche se i punti sono importanti. Sono concentrato sulla crescita della squadra, ora preferisco buone prestazioni a punti casuali, ci stiamo costruendo un percorso solido. Dobbiamo dimenticare in questo senso le ultime due vittorie, se pensiamo che stiamo facendo bene rischiamo di lasciare qualcosa alle spalle e non ce lo possiamo permettere”.

Condizioni fisiche dei singoli - “Ho tentato di frenare un po' Coda in allenamento, ci sono riuscito ieri, oggi no e mi ha fatto anche incavolare. Massimo sta bene, gioca sempre a tutta forza. Dobbiamo valutare solo Tuia che ha un problemino, mentre tutti gli altri sono al 100%. Anche Majer ha superato definitivamente quel fastidio tendineo, abbiamo gestito bene il problema”.



Commenti

IL TEMA: non basta la tradizione negativa, Lecce a Cittadella, dove quest'anno hanno perso tutti
BELLO E SOLIDO COME SEMPRE: ecco il Cittadella. La formazione, le scelte, la tattica