News

BARONI METTE IN GUARDIA IL SUO LECCE: "conosco quell'ambiente, sarà durissima. Ci aggrediranno a tutto campo"

Le parole del tecnico del Lecce alla vigilia di Verona-Lecce di domani

LECCE - Poche ore alla scaletta dell'aereo con cui il Lecce si trasferirà in ritiro a Verona, dove domani al “Bentegodi” si giocherà un delicatissimo Verona-Lecce (calcio d'inizio alle 15).

Prima della partenza del gruppo ha parlato alla stampa il tecnico del Lecce Marco Baroni. Ecco le sue parole, qui in sintesi, sotto nella versione video integrale.

Scontro diretto - “Pensiamo a noi, alla nostra prestazione. E' uno scontro diretto, andiamo in casa di un avversario forte, che non merita questi punti, la partita presenterà molte difficoltà. Queste sono partite dove dimostrare tutta la nostra compattezza, la lucidità, la voglia di sacrificarci. Occorreranno queste componenti per fare ancora risultati. Mettiamoci alle spalle la striscia utile che abbiamo fatto sino a qui, guardiamo con fiducia e rispetto a questo avversario”.

Ricordi veronesi - “Per me da calciatore è stata una tappa importante in un momento maturo della mia carriera. Ho un bel ricordo della città e di tanti calciatori con cui abbiamo condiviso due stagioni importanti. Ora conta quel che c'è da fare, ossia una partita di sostanza e attenzione. Conosco quell'ambiente e quel campo, so che sarà dura”.

Dubbi - “Vediamo di giocare anche questa in 11+5, ci sono tanti ragazzi che stanno crescendo. Mi è piaciuto Pezzella, ha fatto bene con il Milan. Servirà comunque ritmo, molta corsa. I nostri avversari sono molto aggressivi, ti vengono a prendere a tutto campo, ho dei dubbi di formazione ed è merito dei ragazzi”.

Motivazioni - “Il mercato non ci deve toccare. Sono usciti degli elementi che meritavano di essere protagonisti altrove, alcuni sono di nostra proprietà dunque crediamo in loro, faranno bene per poi rientrare. La mia attenzione è sui ragazzi che ho, il mercato non entra nei discorsi e nei pensieri di spogliatoio”.

Cassandro e Maleh - “Maleh migliora ogni giorno in ritmo e condizione, la stessa cosa varrà per Cassandro. Lo conoscevamo. Ha dimostrato di essere tra i migliori terzini della B, è giovane, ha struttura, è uno che va a tutta, corre. Non avrà difficoltà a fare bene vedrete”.

Senza mollare mai - “E' un campionato pericoloso, vincere non è facile e bisogna restare centrati sul nostro percorso. Quando ci sono tanti giovani di mezzo non si può mollare sul piano fisico e motivazionale”.

Commenti

ORA E' UFFICIALE: RODRIGUEZ DELGADO, futuro al Brescia. Mezza stagione per tornare "bambino prodigio" del Lecce
I CONVOCATI: le scelte di Baroni, gli uomini ko, i diffidati in ottica Salernitana. TUTTE LE INFO

Ultime News