PUNTO MERCATO. L'INTERVISTA a Corvino da non perdere: ecco rinforzi e programmi

Martedì 15 Settembre 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Panoramica di mercato con il DS del Lecce Pantaleo Corvino, a pochi giorni dal via al campioanto di Serie B fissato per la settimana prossima. Ecco le sue parole ai nostri taccuini.

Punto mercato - "Sono arrivati cinque elementi tutti a titolo definitivo, siamo la società più attiva delle retrocesse dalla A. Nella normalità facendo cinque acquisti da retrocessi dalla A avremmo finito o quasi la campagna acquisti, invece non è così, perchè mancano tanti tasselli a causa delle numerose uscite per fine prestito. Stiamo seguendo la strada più complicata, quella che ci porterà a patrimonializzare le nostre risorse, non lavoriamo per gli altri, non ci piace. E' una strada che prevede tempo, stiamo facendo gli straordinari".

Big in uscita - "Non ci sono offerte, per nessuno. Ho parlato anche con i procuratori dei singoli per sapere se hanno avuto qualche contatto personale, ma anche loro stessi mi hanno confermato che non hanno avuto richieste e che difficilmente a questo punto ne avranno negli ultimi giorni pre-campionato".

Cosa manca - "Sicuramente un settore giovanile degno del Lecce. Noi i nostri obiettivi di mercato ce li dobbiamo costruire in casa. Voglio essere realista con i tifosi: fare questo percorso richiede una crescita costante e lenta nel tempo".

Mancosu - "Sono molto lineare e veritiero. Il calciatore ha una clausola rescissoria che ha una data di scadenza. Se un club qualunque paga la clausola può fare da sè, senza il Lecce, lo prende e amen. Sono stato chiamato dal DS del Monza solo per uno sconto, ma gli ho detto di no. I contratti firmati si rispettano...".

Coda - "E' stato il nostro primo acquisto, in un reparto dove contavamo poco o niente. La scelta è stata mirata per potenziarci bene davanti, dove abbiamo ancora bisogno di ricambi. Sicuramente l'arrivo di Hestad non escluderà l'arrivo eventuale di Donnum. Vediamo..., dobbiamo creare una rosa ricca di alternative nei singoli ruoli".

Tutino - "E' un calciatore con caratteristiche importanti, su di lui non ho mai nè smentito nè confermato niente. Questa situazione dovrebbe farvi pensare, in quella posizione abbiamo dei titolari. Tutino dunque può essere puramente una voce di mercato per depistare o non alterare altre situazioni su cui stiamo lavorando".

Campionato difficilissimo - "Dobbiamo arrivarci attrezzati. Abbiamo ereditato un bagaglio tecnico meno importante delle altre retrocesse, tanti prestiti sono tornati indietro alle rispettive squadre. Dobbiamo impegnarci a iniziare un percorso. Stiamo cercando di creare un gruppo forte di proprietà".