MILIARDI AL VENTO, la TAP è in mano ai cervelli in fuga. Diffuso l'allarme incendio, i residenti scappano ovunque

Domenica 24 Gennaio 2021 | La Redazione | Cronaca

MELENDUGNO - Tanta paura, ma inutile, per una esercitazione beffa.

Centinaia di residenti di Melendugno, Vernole, Lizzanello e Castrì di Lecce questa mattina si sono riversati per le strade (in piena zona arancione per le limitazioni anti-coronavirus) a causa di una esercitazione contro gli incendi messa in scena nel cantiere TAP.

Dal terminale di ricezione del gasdotto gli altoparlanti hanno diffuso l'allarme generale di evacuazione, come se ci fosse in corso un incendio, provocando l'ovvia reazione della popolazione che in preda al panico si è riversata per le strade allontanandosi quanto più possibile dalla struttura.

Tutto inutilmente, visto che si trattava di una esercitazione riservata al personale interno del cantiere.

TAP si è scusata, per quel che conta, attribuendo il disguido al vento di scirocco che ha fatto viaggiare i decibel degli altoparlanti sino ai centri abitanti.

Per il Comune di Melendugno le giustificazioni e le scuse non bastano, visto che sarà depositato un esposto-denuncia per procurato allarme.