News

Il rito abbreviato non "salva". PORTANOVA, è una mazzata. STUPRO DI GRUPPO, 6 anni di carcere

Il talentuoso centrocampista del Genoa condannato in 1° grado per violenza sessuale aggravata





SIENA - Calcio sotto shock, ed è una brutta storia.

Il Tribunale di Siena ha emesso la sentenza di 1° grado nei confronti del centrocampista del Genoa Manolo Portanova, al termine del processo per violenza sessuale di gruppo che ha coinvolto 3 soggetti compreso il calciatore del grifone.

Portanova, che con un altro imputato ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato, è stato condannato a 6 anni di carcere. Il terzo coinvolto in questa turpe vicenda ha invece scelto il rito ordinario e sarà processato nei prossimi mesi.

Il Giudice per l'Udienza Preliminare Ilaria Cornetti ha accolto tutte le richieste del PM Nicola Marini: 6 anni di carcere al calciatore e una provvisionale di 100mila Euro in favore della ragazza, di 20mila Euro nei confronti della madre per danni morali e di 10mila Euro nei confronti di una associazione per la tutela dei diritti delle donne di Siena, che pure si è costituita parte civile.

I fatti si sarebbero verificati tra il 30 e il 31 maggio dell'anno scorso, quando una giovane senese sarebbe stata costretta a dei rapporti sessuali da 3 persone, una delle quali avrebbe anche ripreso con un cellulare lo stupro di gruppo, consumatosi alla fine di una festa in un'abitazione di Siena.

Le indagini sono terminate a fine marzo scorso e si sono avvalse anche della “prova” regina delle immagini della violenza sessuale, recuperate dai cellulari dagli esperti della Procura della Repubblica.

Nell'ambito di questa vicenda il 10 giugno scorso Portanova si era già fatto un mese di arresti domiciliari. Inutile aggiungere che una conferma in Appello e eventualmente in Cassazione di una sentenza in questi termini (ossia superiore ai 3 anni di pena) costringerebbe Portanova al carcere e all'addio alla sua carriera.



Commenti

SORPRESA: sul piede di partenza non solo due nomi scontati. Mercato col CIAO CIAO a ASKILDSEN e HELGASON?
ORE DI ANSIA: a 38 anni cancella i social e scompare nel nulla. Trovati effetti personali e auto. RICERCHE IN TUTTO IL SALENTO