Ospiti

Qui SASSUOLO. DIONISI: "nel 2° tempo partita in mano, peccato non averla vinta. Rigore? Forse un altro su Bajrami..."

Le parole del tecnico del Sassuolo a fine gara, dopo questo 1-1 maturato a Lecce

LECCE - A fine gara, dopo questo Lecce-Sassuolo 1-1, ha parlato alla stampa il tecnico neroverde Alessio Dionisi. Ecco la sua analisi di questa sfida da qualche ora oramai alle nostre spalle.

Soddisfazione - “Peccato non averla vinta per il nostro 2° tempo, però obiettivamente il vantaggio al termine del 1° era eccessivo. Non siamo stati puliti nell'ultimo passaggio, nella fase conclusiva, abbiamo avuto diverse occasioni nella ripresa per conquistare i 3 punti, ma abbiamo pareggiato a Lecce, è un punto che ha valore”.

Peso specifico - “Ha un peso specifico importante anche perché alcuni ragazzi trovavano per la prima volta la maglia da titolare, Ferrari, Racic, Pedersen, sono soddisfatto di tutti loro”.

Focus sul 2° tempo - “Abbiamo preso in mano la gara, al Lecce abbiamo lasciato pochissimo, è stato un peccato sbagliare sempre la decisione finale al momento del tiro o peggio trovare sempre deviazioni fortunose che ci hanno tolto il raddoppio”.

Episodi - “Il rigore? L'hanno dato in tanti, l'ha dato l'arbitro e confermato la Sala VAR, se un rigore lo valutano tanti occhi ci sarà… Non ho rivisto invece un episodio su Bajrami che nel 2° tempo calcia e dopo va a a terra in area”.

Berardi - “E' ovvio che è uno che sposta gli equilibri, uno come lui potrebbe giocare nelle prime cinque squadre di A, comodamente. A noi spetta valorizzarne le doti con il collettivo. E' altrettanto ovvio che nelle prime due giornate senza di lui fosse un altro Sassuolo”.

Commenti

D'AVERSA, L'ANALISI E IL PUNTO ALLA SOSTA: "sì, ora la classifica guardiamola con soddisfazione"
La "Passione di Cristo" coinvolge centinaia di spettatori: lo spettacolo ad ALLISTE