GRAVINA METTE IN GUARDIA IL GOVERNO: "i campionati non possono fermarsi, il sistema calcio rischia"

Mercoledì 18 Novembre 2020 | Marco Errico | News

ROMA - I campionati professionistici non rischiano lo stop a causa dell'emergenza sanitaria legata al diffondersi del contagio da coronavirus: quanto accaduto lo scorso anno non si ripeterà.

Lo ha assicurato il Presidente della FIGC Gabriele Gravina parlando con i giornalisti a margine di una iniziativa pubblica. Ecco le sue parole.

Sacrifici enormi da rispettare - "Ci sono proprietà che stanno facendo enormi sacrifici per mandare avanti le rispettive squadre anche senza gli introiti del botteghino che sono voci di bilancio importanti. Dopo questo fine settimana rientreranno molti nazionali, definitivamente, con un po' di tregua ai viaggi sino a marzo, in maniera tale da garantire ai club meno rischi per gli spostamenti dei loro calciatori e dunque meno esposizione al contagio".

Pagamenti stipendi a rischio - "Solo pochi club hanno chiesto il rinvio del pagamento degli stipendi al 1° dicembre, sarà quello ovviamente un banco di prova importante per la tenuta del sistema. Si prospettano momenti di difficoltà, ma il calcio ha bisogno di andare avanti con i campionati per vivere".