News

MENTIRONO PER INCASTRARE DUE ULTRAS: Lopez e la moglie a processo, "tutte inventate le accuse"

E' arrivata la decisione del GUP del Tribunale di Lecce: ribaltata una situazione processuale che si trascina da anni





LECCE - Andranno a processo per falsa testimonianza, l'uruguaiano Walter Lopez e la moglie Stefania Craciun, accusati di aver mentito e inventato presunte minacce e violenze subite da due ultras finiti a processo e poi assolti nonostante le loro accuse.

In mattinata davanti al Giudice per le Udienze Preliminari Alcide Maritati si è tenuta l'udienza preliminare ed è stata avanzata la richiesta di rito alternativo (abbreviato) dai legali dei due imputati.

Il GUP ha accolto questa richiesta: il processo si terrà il prossimo 9 giugno, con i due ultras inizialmente accusati delle violenze che si sono costituiti parte civile.

I due esponenti della Curva Nord, lo ricordiamo, erano stati assolti con formula piena, “perché il fatto non sussiste”, dal giudice Stefano Sernia, lo scorso 25 novembre 2019. In quella circostanza il magistrato non solo riconobbe ai due l'assoluzione dal reato di “violenza o minaccia per costringere a commettere reato in concorso”, ma rimandò gli atti in Procura per accusare Lopez e la moglie di falsa testimonianza, sostanzialmente di essersi inventato tutto.

E da oggi i due sono ufficialmente sotto processo.



Commenti

RIPRESA LA PREPARAZIONE: nuovo stop per DI MARIANO, torna il fastidio all'adduttore
ULTIM'ORA: ARADEO NEL DRAMMA, il suo Sindaco gentiluomo si è arreso al coronavirus