MAESTRA NEI GUAI: calci, pugni e un trauma contusivo a un 12enne disabile

Giovedì 15 Luglio 2021 | Cosimo Carulli | Cronaca

PRESICCE ACQUARICA DEL CAPO - Calci e schiaffi a un alunno disabile di 12 anni.

Con questa gravissima accusa è finita nei guai una maestra di Presicce Acquarica del Capo che ha ricevuto un avviso di chiusura dell'inchiesta ai suoi danni, coordinata dalla PM della Procura di Lecce Simona Rizzo.

L'episodio risalirebbe al 2020, quando la docente avrebbe ricevuto un insulto dal bambino che ha però degli importanti deficit di apprendimento ed è disabile. Un insulto indirizzato al padre della donna che in quei mesi stava lottando tra la vita e la morte.

Per questo la professoressa avrebbe perso la testa, scagliando alcuni oggetti della cattedra contro il bambino, prendendolo poi a calci e a schiaffi, ferendolo all'occhio destro, al naso, al gluteo destro e provocandogli uno stato di agitazione, secondo il referto dei medici dell'ospedale di Tricase che hanno riscontrato anche un lieve trauma contusivo da percosse.