News

Su SoloLecce.it. LE PAGELLE POCO SERIE. Non prendetele sul serio

Tornano le nostre "freddure" sulla prestazione dei giallorossi: da non perdere

LECCE - Anche per questo turno di campionato ecco le pagelle poco serie di SoloLecce.it. Da non perdere, ma anche da prendere non troppo sul serio…, mi raccomando!

FALCONE - Sempre pronto, sempre caldo. E' in una fase della vita sportiva in cui potrebbero tirargli anche delle pietre passeggiando nella Villa Comunale. Le bloccherebbe. Non fa niente di “miracoloso”, si badi, ma si fa trovare presente ogni volta in cui viene chiamato in causa, infondendo estrema sicurezza. Non arriva sul rigore di Kajo Jorge semplicemente perché è impossibile, l'attaccante di proprietà della Juventus mette il pallone accanto al palo. VOTO 6.5.

GENDREY - Per lui, invece, la fase calante sembra alle spalle. Posizionato bene, tiene la barra dritta a destra. VOTO 6.

BASCHIROTTO - Partita a modo suo, duelli vinti e persi, qualche sbavatura per vie centrali rimediata con la solita dose di agonismo maxi. VOTO 6.

PONGRACIC - Rispetto al compagno di coppia centrale ruba di più l'occhio per via di quella “leggerisssima” differenza tecnica che scorre tra i due… VOTO 6.5.

GALLO - Una delle migliori prestazioni in giallorosso. L'effetto Gonzalez deve funzionare nello spogliatoio del Lecce più della carica virale del coronavirus. Pure lui appena finito in panchina si è rimboccato le maniche ed ha sfoderato una gran bella prestazione. Assist a Ramadani incluso. VOTO 6.5.

RAMADANI - Sino a ché non segna gli avremmo staccato un orecchio a morsi per la rabbia. Eravamo alla 3° partita di fila in apnea, confusionario, caotico, pure maldestro in certe occasioni. Poi toglie il tappo della gioia a quella bottiglia pregiata chiamata “Via del Mare” e ci dimentichiamo tutto in un lampo… VOTO 7.

BLIN - Lui a differenza di Ramadani non segna e fa la stessa partita, ossia da buttare. Ne combina una dietro l'altra, “lisciando” quasi una decina di palloni. VOTO 5.

KABA - Entra per riprendersi il posto da titolare. Ci mette fisicità e lucidità, quel che è mancato tanto in queste settimane di condizione fisica balbettante. VOTO 6.5.

STREFEZZA - Da trequartista lo si vede più nel gioco. E' spostato in quella posizione per il cambio di modulo nel 2° tempo che rende maggiormente. Più vivo del solito. VOTO 6.

SANSONE - A partita in corso è una risorsa importante. VOTO 6.5.

OUDIN - Sinistro garibaldino, passo da cammelli nella battaglia di El Alamein. Onore ai caduti. VOTO 5.5.

KRSTOVIC - Sette minuti soltanto più il recupero, ma un buon apporto in termini agonistici. Apre gli spazi agli inserimenti di Piccoli. S.V.

BANDA - Fa 10 dribbling completi, nuovo record in una singola partita del campionato (il precedente era 9 del suo avversario di giornata Soulé). Per il resto fa impazzire tutti. Qualche mese fa era così selvaggio da apparire inadeguato alla Serie A. Adesso è uno “spacca-partite”. Il migliore in campo. VOTO 7.5.

PICCOLI - Affamato a livelli da serial killer timbra il 1° gol da titolare al “Via del Mare” e lo festeggia facendo il saluto militare alla Curva Nord. Ragazzo giovane ma dalle spalle larghissime. Testa e forza. VOTO 7.

RAFIA - Solo spiccioli finali, per dare il cambio allo stremato Piccoli. S.V.

D'AVERSA - La vittoria è per la mamma, ha detto, quindi facciamo il tifo per lei e per il suo figlio certamente tanto amato. Strefezza sotto la punta, finale con doppio centrale d'attacco. Beh, questa volta qualcosina l'abbiamo vista in termini di variazioni sul tema. E viene ripagato. 20 punti dopo 16 giornate. Che bellezza. VOTO 7.5.

Commenti

E' TEMPO DI GODERE ANCORA. La video-sintesi: IN 3 MINUTI le emozioni di Lecce-Frosinone
La domenica di A. LA VIDEO-SINTESI. Zone di vertice: il Milan stende il Monza calando un tris