Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ESCLUSIVO: 11 MILIONI, lavoro dopo lavoro, ecco spesi come. COSI' CAMBIA IL "VIA DEL MARE"

Venerdì 17 Maggio 2019 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Ecco, nel dettaglio di SoloLecce.it, le prossime tappe della società giallorossa verso l'iscrizione al campionato di Serie A.

Entro la metà di giugno inizieranno i lavori di adeguamento della Tribuna Est dello stadio "Via del Mare": 2 milioni e mezzo di Euro l'importo da impegnare. Ma non è tutto.

Altri 8 milioni di Euro saranno spesi in questo modo.

Inizieranno dei lavori di adeguamento paralleli della struttura nel suo complesso, dalla Tribuna Centrale alla Curva Sud. Alcune zone sprovviste di sedute saranno oggetto di lavori di rifacimento di alcune file, gialle e rosse a seconda della grafica complessiva dell'impianto.

La pista di atletica sarà smantellata o coperta del tutto con una nuova struttura definitiva camminabile, in materiale resistente. Sarà decorata e arricchita dei colori giallorossi e dei fregi della città e degli stemmi ufficiali della società.

Sarà adeguata la Tribuna e la Sala Stampa, oggetto di una piccola ristrutturazione, cablate nuove linee di trasmissione dati e telefoniche e potenziati i segnali in entrata e in uscita.

Saranno realizzati dei box sponsor destinati ai partner ufficiali o via via messi in vendita nelle gare di cartello per i tifosi che vorranno avere il privilegio di una seduta più comoda, con alcuni confort, o di entrare a contatto prima e dopo la gara con i grandi club che saranno ospiti del Lecce.

L'illuminazione sarà adeguata ai termini perentori della Serie A, potenziata fortemente.

I tornelli di tre settori Distinti saranno ripristinati solo dopo la verifica delle autorità di sicurezza pubblica e della Commissione Impianti della FIGC.

La capienza dello stadio al termine dei lavori dovrebbe salire oltre i 38mila spettatori. Il Lecce, solo ed esclusivamente per ragioni formali e per allegare alla richiesta di iscrizione la disponibilità di uno "stadio riserva", ha un accordo per lo stadio "Scida" di Crotone come alternativo al "Via del Mare" per disputare la Serie A. Esclusivamente, ripetiamo, per rispondere ad un quesito del tutto burocratico che impone alle società che stanno operando lavori così profondi nel proprio impianto di indicare una "riserva" in caso di mancato termine dei lavori.