Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

STICCHI DAMIANI rimette il Lecce sulla TERRA: "troppi errori. Resa facile la vita alla Roma"

Martedì 25 Febbraio 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Roma non deve essere un ricordo, deve restare nella mente, come monito per il futuro: così no, questo Lecce non si salva.

Il Presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani torna sulla sconfitta di domenica per spingere il Lecce a una settimana decisamente più proficua dal punto di vista dei risultati, quella che culminerà con un'altra impresa complicata per i giallorossi che ospiteranno l'Atalanta delle meraviglie domenica alle 15 al "Via del Mare".

Ecco le parole di Sticchi Damiani (FOTO SOPRA LA TENSIONE PREPARTITA DEL PRESIDENTE).

Le attenuanti non bastano - "Le diverse indisponibilità ci hanno condizionato, soprattutto davanti, è vero. Anche per questo Liverani è stato costretto a cambiare modulo. Ma se ci mettiamo degli errori individuali importanti spianiamo la strada a chiunque, figuriamoci ad una Roma che non ha certamente bisogno di farsi rendere la vita facile dal Lecce".

Secondo tempo, scelte diverse - "Nel secondo tempo ho avuto la percezione che potessimo riprendere la partita, ma è arrivato il terzo gol che ha complicato definitivamente le cose".

Tifosi e lotta salvezza - "Erano tanti, mi spiace davvero, non meritavano le amarezze di questa domenica. Sono stati un'altra volta ancora fantastici. Ora riprendiamo il cammino, non ho nulla da eccepire sull'impegno dei calciatori a Roma, hanno dato certamente il massimo e sono gli stessi uomini che hanno vinto tre partite di fila, però con errori simili si può perdere qualunque partita in A".