Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

CHIUSO IL VERTICE: la fumata è grigia. Il calcio resta in sospeso. Ecco come è andata

Giovedì 7 Maggio 2020 | Cosimo Carulli | News

ROMA - Si è chiuso in maniera del tutto interlocutoria, il vertice tra il calcio italiano, il Governo e la task-force governativa che si sta occupando dell'emergenza coronavirus con gli occhi della scienza (FOTO SOPRA PALAZZO CHIGI).

I nodi sono rimasti, eccoli: mancanza di disponibilità di tamponi per tutte le squadre italiane (c'è carenza soprattutto in Lombardia, territorio che da solo copre quattro squadre di A), impossibilità di gestire con certezza una positività in corsa con l'obbligo di quarantena per tutti gli altri eventuali tesserati di quella squadra. Già solo su questi due punti la discussione è durata un'ora e mezza. Senza verdetti.

La task-force governativa esaminerà adesso tutte le proposte avanzate dai consulenti sanitari e tecnici della FIGC, scriverà una relazione che sarà affidata alla volontà del Ministro della Salute Speranza, del Ministro dello Sport Spadafora e collegialmente di tutto l'esecutivo nazionale.

Qualche nostra valutazione, adesso.

Gli scenziati di nomina governativa sin qui sono stati molto considerati nelle scelte restritive poi operate dal Governo Conte, per cui è difficile che il Presidente del Consiglio dei Ministri si prenda la responsabilità di smentire totalmente una eventuale risposta negativa della scienza al calcio. A quel punto il campionato andrebbe in archivio.

E' pur vero, però, che dopo giornate di muro contro muro il Ministro Spadafora ha ulteriormente aperto al ritorno in campo nelle sue dichiarazioni social al termine dell'incontro di oggi. Per il responsabile del dicastero dello Sport "è stato un confronto approfondito e importante in cui si spera si siano risolte le problematiche emerse nei giorni scorsi, fatto che ci consentirebbe di far riprendere gli allenamenti di gruppo il 18 maggio, compatibilmente con l'andamento dell'epidemia. In ogni caso di ripresa del campionato, comunque, questo sarà eventualmente portato a termine a porte chiuse".