Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lecce, hai un "GUERRIERO" in più. CALDERONI: "ovunque per fare punti, anche a Roma"

Giovedì 20 Febbraio 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Dopo quasi due mesi di stop per infortunio Marco Calderoni è tornato protagonista nella sfida di sabato con la SPAL. Oggi si è presentato in Sala Stampa nello spazio interviste. Ecco le sue parole.

Rinascita - "Per la prima volta in carriera sono stato costretto a stare fermo per due mesi, ora sto bene, ho qualche fastidio alla caviglia, ma nulla di rilevante".

Nuovo Lecce - "Sabato ho giocato con alcuni dei nuovi compagni arrivati a gennaio. Tutti hanno contribuito ad innalzare il tasso tecnico della squadra. Barak in particolare mi ha impressionato per capacità di corsa e personalità. Donati lo conoscevo dai tempi di Grosseto, è cresciuto molto anche perchè ha avuto delle esperienze importanti all'estero. Anche Saponara ha qualità altissime. Nel mio ruolo non dimentichiamoci, però, che oltre a Donati c'è anche Vera Ramirez, un ragazzo di cui si parlerà tanto".

La Roma - "All'andata abbiamo perso rimanendo in partita sino alla fine. E' una squadra molto forte, dal tasso tecnico elevato, con grandi individualità come Dzeko, ma anche gli esterni sono molto temibili. Attraversano un momento difficile, in campionato vengono da tre sconfitte consecutive e questo per noi dovrà rappresentare un campanello d'allarme perchè avranno una gran voglia di riscatto. Noi abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutte le big, sarebbe importante venire via da Roma con un punto che darebbe continuità ai nostri risultati".

Lotta salvezza - "Le nostre tre vittorie consecutive hanno allargato la zona a rischio, adesso sono coinvolte anche squadre che si sentivano tranquille qualche settimana fa. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, dobbiamo affrontare questo ciclo di partite terribili restando fuori dalla zona retrocessione".