VIGILIA DI COPPA, parla CORINI: "poche alternative, inventerò qualcosa anche in ottica Ascoli"

Martedì 29 Settembre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Alla vigilia dell'impegno di domani di Coppa Italia alle 18 al "Via del Mare" con la FeralpiSalò ha parlato in Sala Stampa il tecnico del Lecce Eugenio Corini. Ecco la nostra intervista.

Valutazioni da fare - "Sono tante. Quando si scende in campo in ogni manifestazione si gioca per vincere e noi giocheremo per passare il turno. Andrà in campo la formazione migliore, tenendo presente che sabato avremo l'Ascoli in campionato. Tutti i calciatori al momento a disposizione potrebbero giocare e li tengo in considerazione".

Modulo da cambiare - "L'idea di partenza, lo sapete, era orientata al 4-3-3, poi è normale che tutto va sviluppato anche in funzione delle attitudini dei calciatori a disposizione. Vediamo come finisce il mercato, prima, soprattutto le caratteristiche degli attaccanti che avremo in rosa. Potrebbero esserci delle novità rispetto alle idee di partenza".

Centrocampo - "Tachtsidis sta lavorando, è indietro, ha bisogno di integrarsi a lavorare. Lo convocherò, vedremo se ci saranno le condizioni in corso di partita per concedergli un po' di minuti. Potrei arretrare Mancosu sulla linea dei centrocampisti, mentre sto pensando di far rifiatare Listkowski, magari facendolo entrare solo a gara in corso".

Formazione - "Mentre siamo ancora un cantiere è importante consolidare delle situazioni. Sarà un mix tra titolari e giovani, anche perchè in alcuni reparti non ho molte alternative, dunque devo inventarmi qualcosa anche in funzione della trasferta di Ascoli. Partiremo poi già giovedì per le Marche, la partita la prepareremo al meglio sul posto".

Poche parole su Falco - "Sta migliorando, valuterò la sua condizione, deciderò se convocarlo o no, magari anche se farlo giocare o aspettare ancora".