Il 2° tempo non è passato inosservato, neanche in società. STICCHI DAMIANI e LIGUORI: "pessimi segnali"

Lunedì 23 Agosto 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Il giorno dopo è il giorno dell'analisi, in casa Lecce, dopo la tremenda sconfitta al debutto in campionato con la Cremonese.

Ecco cosa bolle in pentola a livello societario, nei commenti del Presidente Saverio Sticchi Damiani e del VicePresidente Corrado Liguori, molto amareggiati soprattutto per il secondo tempo visto allo “Zini”.

Dopo Cremona parla Sticchi Damiani - “Avremmo anche meritato di passare in vantaggio, abbiamo sprecato una grande occasione con Coda e poi il VAR ci ha tolto il gol di Olivieri. La squadra aveva una apprezzabile situazione di controllo. Dopo l'1-0 c'è stato un segnale negativo, che non mi è piaciuto, la squadra è apparsa subito disunita, come se fosse crollato il mondo, come se ci fosse stata una tragedia. Da quel momento in poi non mi è piaciuto nulla, è mancata reazione, voglia, tutto quello che invece a Parma si era visto. Dopo il gol preso mi sarei aspettato tutto questo”.

Dopo Cremona parla Liguori - “Sconfitta pesante, da archiviare immediatamente. Primo tempo meno brillante e più lezioso rispetto a Parma, ma comunque soddisfacente, secondo tempo in cui abbiamo letteralmente perso la bussola dopo il loro gol. E' una cosa inammissibile, visto che mancava ancora tanto tempo, si poteva tranquillamente pareggiare e non solo. La squadra è giovane, ha bisogno di tempo per crescere. Sul mercato con i prestiti non vai da nessuna parti, è la via più semplice, meno costosa ma non ti lascia in mano niente. Abbiamo deciso che è meglio costruire un futuro diverso a questa società, più duraturo”.