L'intervista a SoloLecce.it. LIGUORI A TUTTO CAMPO: dal successo della card al campionato

Lunedì 30 Novembre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Dal trend positivo del progetto "Lecce Program" al secondo posto in classifica dopo nove giornate di campionato.

Può godersi questo momento felice anche il VicePresidente del Lecce Corrado Liguori, sempre prodigo di nuove iniziative per il tifo giallorosso. L'abbiamo lungamente intervistato. Ecco i contenuti che sono venuti fuori.

Fidelizzazione - "Il progetto della card sta andando molto bene, abbiamo raggiunto le duemila adesioni e direi che è una ottima cifra. Con gli stadi vuoti per i club viene meno un'entrata importante nella voce ricavi, avevamo pensato di lanciare questo strumento il prossimo anno, ma alla fine abbiamo anticipato i tempi. Ovviamente chi ha aderito avrà dei vantaggi anche sulla prossima ampagna abbonamenti".

Riapertura stadi - "Sinceramente non abbiamo alcuna notizia sulle tempistiche della riapertura anche parziale degli stadi. Ci aguriamo che la gente possa tornare presto sugli spalti, sinceramente il calcio senza tifosi non è calcio. Si gioca in una atmosfera surreale, speriamo di tornare alla normalità al più presto".

Concetto di "branco" - "La squadra sta vivendo un momento molto positivo. Le vittorie come quella in casa del Chievo Verona sono le più belle, perchè sofferte e pesanti nell'economia della classifica. Contro Pescara, Entella e Reggiana la squadra ha vinto di prepotenza. Ma come dice il DS Corvino bisogna essere sempre famelici per prendersi i tre punti. E noi lo stiamo diventando, il successo di Verona ne è un esempio lampante".

Progetto e paragoni - "Non si possono fare raffronti tra questa squadra e quella di Liverani. Due anni fa da neopromossi non eravamo partiti con l'obiettivo di vincere il campionato. Poi a gennaio, quando abbiamo capito che si poteva fare, abbiamo inserito nel gruppo elementi come Tachtsidis e Majer, rendendo la squadra ancora più competitiva. Dopo la retrocessione dalla A abbiamo deciso per una svolta, affidando la direzione tecnica a Corvino. Siamo partiti con questo progetto triennale, ma abbiamo bruciato le tappe e già in queste settimane si vede un gruppo molto forte. Grazie al lavoro di Corvino e Corini, che è già riuscito a dare alla squadra in poco tempo amalgama, gioco e punti".

Equilibrio - "Vedo un campionato molto livellato verso l'alto, c'è grande equilibrio e dunque la quota promozione potrebbe abbassarsi rispetto alle stagioni scorse. Non facciamo proclami, è comunque ancora molto presto, ma questa squadra ha tutte le carte in regola per essere protagonista sino alla fine".