IL TEMA. TRE RETI dalla PANCHINA in due partite. La ROSA PROFONDA del Lecce fa paura alla B

Martedì 1 Dicembre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - La panchina lunga può diventare l'arma in più di questo Lecce nella logorante corsa del campionato cadetto.

Corini può sempre contare su alternative molto valide a partita in corso, quando può gettare nella mischia elementi che in questa categoria farebbero la differenza in qualunque altra compagine, per carriera ed esperienze personali.

In questo senso è emblematico il cambio a venti minuti dalla fine di Chievo Verona Lecce, con Stepinski che ha lasciato il terreno di gioco a Falco.

Lo stesso Falco, tra l'altro, era andato a segno partendo dalla panchina e subentrando al 10' del secondo tempo in Lecce-Reggiana, firmando la rete del 5-1 pur non decisiva ma importante per il ritorno al gol del talento di Pulsano, a secco da diverso tempo.

Anche Majer, nella stessa gara, ha realizzato il momentaneo 6-1 dopo essere entrato in campo al posto di Paganini ad inizio secondo tempo.

Nelle ultime due partite, dunque, il Lecce ha trovato tre reti da elementi della rosa subentrati a gara in corso. Tra l'altro due pedine che erano in pianta stabile tra i titolari lo scorso anno in A e che, seppure per motivi molto differenti tra loro, non stanno trovando continuità tra i titolari.

Ecco perchè questo Lecce può fare paura a tutti.