News

Intanto in A fanno giocare e vincere quelli così. ULTIMATUM ALL'INTER: entro il 20 maggio vanno restituiti 350 milioni di Euro di debiti

La società nerazzurra resta in situazioni finanziarie drammatiche





MILANO - La vittoria nel “derby d'Italia” ha scaldato il cuore di tifosi e ambiente per una classifica sempre più confortante ma non ha rimandato nemmeno di un giorno le scadenze finanziarie, delicatissime.

L'ultimatum pende sulla testa dell'Inter del Presidente Zhang che ha 3 mesi per trovare 350 milioni di Euro (275 di prestito più gli interessi) per restituire al Fondo USA “Oaktree” il prestito-ponte con cui è riuscita a tirarsi momentaneamente fuori dai guai (l'esposizione debitoria complessiva del club nerazzurro supera gli 800 milioni di Euro).

Il 20 maggio scade questo termine, ma la strategia della proprietà cinese dell'Inter punta a ottenere un rifinanziamento ancora più alto, dunque a non restituirlo, in attesa che “Goldman Sachs” e “Raine Group”, advisor del club, trovino qualcuno in grado di versare un miliardo e 200milioni di Euro minimi per subentrare all'attuale proprietà.

Che intanto andrà avanti ottenendo altri prestiti, generando nuovo debito.



Commenti

STREFEZZA OUT e non solo, pure il rendimento nelle ultime 18 giornate. Per la "BORSA" del mercato il Lecce perde quasi 7 milioni di valore
GIOIA MENCUCCI: "la Fiorentina pensava di averla chiusa, non ha fatto i conti col Lecce"