News

ARRIVA IL SI' DEL GIUDICE: Miccoli in affidamento ai servizi sociali, lascia il carcere dopo 6 mesi

L'ex capitano giallorosso fuori da un momento durissimo personale ed emotivo: piano piano potrà rinascere





ROVIGO - A 6 mesi di distanza dall'ingresso nel carcere di Rovigo (FOTO SOPRA CON IL SUO LEGALE) Fabrizio Miccoli ottiene l'affidamento ai servizi sociali per il resto della pena, in conseguenza della buona condotta avuta in cella.

L'ex capitano del Lecce e soprattutto del Palermo, che proprio a Palermo ha messo insieme le emozioni sportive più belle della sua carriera ma anche i momenti bui che si è portata con sé qualche conoscenza infelice, ha ottenuto dal Tribunale di Sorveglianza di Rovigo la possibilità di tornare nella sua San Donato di Lecce in affidamento ai servizi sociali presso la sua stessa scuola calcio, dove presterà servizio tra i ragazzi.

Sino alla scadenza della pena Miccoli non potrà avere contatti con pregiudicati e dovrà rientrare in casa ogni giorno entro la mezzanotte, diversamente tornerà in carcere. Altri 3 anni per arrivare nel 2025 al ritorno in libertà.

Miccoli, lo ricordiamo, sconta una condanna in via definitiva di 3 anni e 6 mesi per estorsione aggravata dal metodo mafioso.



Commenti

EMOZIONE e SORPRESA: il Lecce celebra l'attività professionale e la 13° promozione di DONNO ("Corriere dello Sport")
STREFEZZA, IL PREZZO E' "FATTO". Fiorentina, Sassuolo e Torino in gara per avvicinarsi alla doppia cifra