Il "SOGNO" di una vita erano 3 MINUTI IN KAZAKISTAN: Falco, ora sì che sei da Champions!

Mercoledì 21 Luglio 2021 | Cosimo Carulli | News

ALMATY - Al “Central Stadium” di Almaty si è realizzato il grande sogno, il destino si è compiuto: Filippo Falco è finalmente un giocatore da Champions League.

In Kazakistan la Stella Rossa di Stankovic perde clamorosamente l'andata del 2° Turno Preliminare di qualificazione alla Champions League 2021/2022 (finisce 2-1 per il Qayrat, formazione campione di Kazakistan in carica), ma Falco può gioire: al 90' è subentrato al comoriano 32enne El Fardou Ben che anche in questa occasione è partito titolare al posto del “Messi di Pulsano”, che da quando è arrivato a Belgrado è riserva di questa bandiera delle Isole Comore, un onesto “operaio” del pallone che in carriera si è arrangiato tra la seconda categoria greca e la terza categoria francese prima di arrivare alla Stella Rossa.

Per Falco tre minuti precisi sul terreno di gioco, prima del fischio finale dell'arbitro. Si uniscono ai 21 minuti di “San Siro” dello scorso febbraio quando l'ex numero dieci del Lecce aveva esordito contro il Milan in Europa League, sempre entrando a gara in corso.

Tornando a questo impegno di Champions League per la settimana prossima è fissato il ritorno nella bolgia del “Marakàna” di Belgrado: dopo l'abolizione da parte dell'UEFA della regola del gol dal valore doppio in trasferta ai biancorossi di Falco servirà vincere con due reti di scarto per continuare a sognare un posto nei gironi di Champions League, avanzando al Quarto Turno.