ULTIM'ORA NAZIONALE: Napoli si ribella al "coprifuoco", scontri e guerriglia contro le forze dell'ordine

Venerdì 23 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

NAPOLI - Ultim'ora di carattere nazionale ma che ovviamente non può che interessare anche tutti noi, per comprendere il clima e tenere il termometro della situazione attuale in Italia che si sta facendo "bollente" in vista di nuove restrizioni alle libertà personali, necessarie per il contenimento del contagio dal coronavirus.

Un "flash mob" organizzato contro la Regione Campania attorno alle 23 (orario di avvio del "coprifuoco" campano) è degenato in una guerriglia urbana con 2mila manifestanti che si sono scagliate contro le forze dell'ordine che controllavano il corteo.

Nei minuti in cui scriviamo da una parte e dall'altra volano bombe carta, transenne, cestini e contenitori dell'immondizia, mentre le forze dell'ordine hanno già risposto con delle cariche e lanci di lacrimogeni.

Una squadra di giornalisti e operatori televisivi di Sky Tg 24 è stata aggredita e picchiata dai facinorosi.