Ospiti

ALVINI "RICHIAMA" IL SUO AMBIENTE, dopo molte polemiche arbitrali: "pensiamo al Lecce"

Le parole del tecnico del Perugia a poche ore dalla sfida del "Curi": i temi della vigilia

05.03.2022 21:42




PERUGIA - Massimiliano Alvini invita il suo Perugia a mettere da parte le polemiche arbitrali dei giorni scorsi che hanno tenuto banco a Perugia dopo la sconfitta di Brescia e invita a pensare solo al Lecce.

E' in sintesi il suo pensiero della vigilia, a poche ore dal calcio d'inizio delle 15.30 al “Curi”. Eccole.

La migliore medicina - “Il Lecce è la medicina migliore per noi dopo giorni in cui si è pensato troppo agli arbitraggi, all'utilizzo del VAR, non a cose di campo. Io penso ai miei e sabato abbiamo demeritato anche noi nel non concretizzare un dominio espresso in casa del Brescia che poi ha finito per punirci. Se pensiamo sempre agli arbitri resteremo dei perdenti o dei mediocri”.

Pensiero sul Lecce - “Non gli possiamo concedere campo, sanno colpire in maniera mortale, soprattutto con Coda. Dobbiamo essere compatti, meritano la loro posizione in classifica e saranno spinti da tanti tifosi giallorossi, molto calorosi. Siamo consapevoli della loro forza, ma anche di quel che vogliamo fare in campo noi”.

L'ex Olivieri, le condizioni fisiche - “A Brescia è uscito perchè aveva subito un infortunio e l'abbiamo sostituito per precauzione. Siamo contenti del suo arrivo: avevamo bisogno di uno come lui”.



Commenti

BARONI, LE MANI SUL SUO LECCE: "ho preparato i ragazzi a un Perugia aggressivo e falloso. Ci vorrà testa"
LA CARICA DEI "MILLE": chiusa la prevendita per Perugia-Lecce, il dato finale del SETTORE OSPITI