Napoletano riempito di fratture in faccia. E' TORNATA LA "MOVIDA" e sono subito calci e pugni

Domenica 21 Giugno 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

GALLIPOLI - Riparte la "movida" dopo l'emergenza sanitaria legata al diffondersi del contagio del coronavirus e riprendono a volare calci e pugni.

Dopo l'episodio in Piazzetta Santa Chiara a Lecce venerdì sera (CLICCA QUI PER LEGGERE) un altro gravissimo fatto di cronaca si è verificato a Gallipoli, nella discoteca all'aperto "Praja" che è tornata a pieni ritmi, sia pure con capienza ridotta (da 4mila a 2500 possibili in pista).

Un giovane napoletano in vacanza nel Salento è finito in ospedale con diverse fratture al volto e contusioni su tutto il corpo, dopo un pestaggio a sangue avvenuto per motivi ancora tutti da chiarire.

Il ragazzo partenopeo sarebbe stato accerchiato e aggredito nel backstage della discoteca, dove solitamente c'è la "corsa" dei giovani ad accaparrarsi i tavoli degli ambiti privè.

Sulla vicenda stanno indagando le forze dell'ordine che stanno raccogliendo testimonianze e prove documentali come le immagini delle telecamere a circuito chiuso della discoteca.