STICCHI DAMIANI: "dalla FIGC restituito il primato al campo. ORA RIPORTIAMO I TIFOSI negli stadi"

Martedì 9 Giugno 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Intervista a cuore aperto al "Corriere dello Sport" per il Presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani che ha affidato alla penna del collega Elio Donno i suoi pensieri in questa fase cruciale della stagione che porterà alla ripresa del campionato, proprio alla luce delle decisioni di ieri del Consiglio Federale della FIGC. Ecco le parole di Sticchi Damiani riassunte per voi nei passaggi cruciali.

Parola al campo - "Sinceramente non riesco ad entusiasmarmi nella lettura di questi comunicati che si susseguono: proiezioni, retrocessioni, a tavolino, eccetera. Sin dal primo minuto ho detto che l'unico verdetto dovrà darlo il campo e tra mille difficoltà siamo pronti a ripartire".

Consiglio Federale - "Ci sono stati dei passi in avanti, venendo incontro alle attese delle società ed allontanando l'ipotesi che a determinare la classifica con decisioni radicali potessero essere dei calcoli matematici. Prima si ipotizzava di affidarsi agli spareggi solo in caso di mancata ripresa del campionato e si pensava di ricorrere agli algoritmi in caso di sospensione per sopraggiunti problemi. Ora invece l'ipotesi di una decisione affidata al terreno di gioco con l'eventuale disputa degli spareggi finali sembra ammessa anche in caso di interruzione imprevista del torneo. Ripeto, è solo una prima interpretazione dopo una sommaria lettura del comunicato finale che va approfondito nel suo contenuto, ma il punto base è che al centro di tutto torna il campo, non astruse formule matematiche. Intendiamoci, non è scomparso il termine algoritmo ma sembra relegato ai margini di una vicenda sportiva che dovrà essere decisa dal valore delle prestazioni delle singole squadre".

Blocco retrocessioni - "Non si è parlato di blocco, ma di retrocessioni che in caso di stop definitivo sarebbero maturate solo se aritmetiche rispetto alle gare mancanti. Sarebbe stato ingiusto non far salire il Benevento esattamente quanto far retrocedere il Lecce con 12 gare da disputar e tutti gli scontri diretti da giocare".

Sogni - "Spero tanto di vedere nelle ultime partite dei tifosi sugli spalti, sia pure in numero ridotto ed assicurando il distanziamento. Procediamo per gradi, l'importante, per ora, è aver registrato un passo avanti della FIGC su questa eventualità".