News

BARONI SPEGNE I FUOCHI: "clima provocatorio verso di me? A Reggio solo ricordi straordinari"

Le parole del tecnico del Lecce alla vigilia di Reggina-Lecce: l'intervista





LECCE - Conferenza stampa di rifinitura anticipata a quarantottore dalla gara, per il Lecce che domani sarà in viaggio per Reggio Calabria e per consentire ai giornalisti al seguito dei giallorossi una Pasqua “casalinga”, senza l'impegno con il lavoro più bello, stare al seguito dei nostri colori.

Ha parlato come sempre Marco Baroni, il tecnico giallorosso, nell'intervista qui in sintesi e sotto nella versione video completa, integrale.

Unico assente - “L'assenza di Blin non costituisce un problema, ci abbiamo lavorato tutta la settimana e abbiamo degli elementi di spessore nel ruolo di interno di centrocampo, tra l'altro un ruolo in cui il francese si è prestato, con molta abnegazione e facendo bene”.

Cosenza-Benevento - “Visto? Abbiamo misurato ancora una volta quanto è imprevedibile e equilibrato questo campionato. Le difficoltà sono ovunque”.

Settimana tipo - “E' stata una settimana che ci ha permesso anche di far staccare i ragazzi due giorni, prima di una fase di grande lavoro. I ragazzi stanno bene, ho tutto l'organico a disposizione, è un fatto che rappresenta un valore aggiunto a questo punto della stagione”.

Settore Ospiti col pienone - “Conosco bene i numeri dei nostri tifosi in trasferta, non mi sorprende affatto il loro attaccamento. Sappiamo quanto ci tenga la gente del Salento, soprattutto ad avere in campo giocatori che sudano la maglia”.

Passato personale - “Ho straordinari ricordi a Reggio Calabria, abbiamo fatto un ottimo campionato di rimonta. Sono arrivato che eravamo terzultimi, ci siamo resi protagonisti di un cammino positivo che ha portato a risultati di grande spessore. Sono contento del mio passato a Reggio, della Reggina ho un'ottima opinione. Io mi aspetto sempre il massimo dagli avversari, dunque che ci tenga la Reggina a fare bene per me è la normalità. Stellone ha fatto benissimo dal suo arrivo, cogliendo dei risultati che l'hanno portato anche in zona play off in alcuni momenti della stagione”.

Clima provocatorio? - “Non tempo un clima eventualmente provocatorio nei miei confronti. Questa cosa è stata tirata fuori un po' così, ma io con la Reggina mi sono lasciato bene, con il Presidente Gallo mi sono sentito a Natale, ci siamo scambiati belle parole. E' più una questione mediatica che sostanziale, questa storia di un clima di rivalsa verso di me”.

Scelta difensiva - “Non ho ancora deciso chi giocherà tra Tuia e Dermaku, abbiamo ancora la rifinitura di domani e in settimana abbiamo spinto molto come allenamenti. Vedremo, come sempre parlerò anche con i ragazzi”.



Commenti

"PRIMAVERA" SENZA FINE: BLOCCATA LA JUVENTUS, i giallorossi vedono la luce fuori dal tunnel
SALVARE E CONSERVARE SUL CELLULARE: ecco il cammino verso il sogno. Faranno festa solo in due