GIRANDOLA LECCE: dietro è un Luna Park, davanti è sterile, ma la raddrizza. LA CRONACA

Mercoledì 21 Ottobre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Un Lecce dai due volti deve accontentarsi di un pareggio nella sfida casalinga con la Cremonese. Sotto di due reti all'intervallo i giallorossi sfoderano una bella reazione e trovano il pari nella ripresa con Dermaku e Coda. Un 2-2 giusto, tra due squadre che se la sono giocata a viso aperto.

Riecco Tachtsidis - Corini rilancia Tachtsidis e fa debuttare Dermaku, mentre in avanti torna Coda con Falco e Listkowski. Il Lecce parte forte, la manovra è fluida, ma si spegne sempre al momento del tiro. Tachtsidis e Falco ci provano dalla distanza, ma la prima vera occasione è della Cremonese. All'11' Gaetano impegna Gabriel ad una difficile respinta su un sinistro da fuori, sulla ribattuta si avventa Ceravolo che costringe il portiere brasiliano ad una seconda deviazione in angolo.

Doccia fredda - Non sono ancora passati venti minuti quando Corini è costretto al primo cambio. Listkowski finisce a terra dopo uno scatto, entra Paganini. E' sempre il Lecce a fare la partita, con uno sterile possesso del pallone, ma è la Cremonese a passare. Alla mezz'ora punizione di Gaetano con deviazione della barriera giallorossa che beffa Gabriel. Nemmeno il tempo di organizzarsi di nuovo che il Lecce incassa il raddoppio: al 34' Valzania si accentra indisturbato da destra e con un sinistro rasoterra in diagonale batte Gabriel. Il Lecce è davvero al tappeto, così pare, perchè la reazione è debole: nel recupero Coda con un destro debole e centrale di fatto scocca il primo vero tiro indirizzato verso la porta di Volpe.

Reazione - In avvio di ripresa Corini inserisce Stepinski accanto a Coda e il Lecce trova subito il gol: al 2' conclusione di Coda, il pallone carambola dalle parti di Dermaku che solo davanti al pallone infila Volpe con un destro potente e preciso sul primo palo. Rinfrancato dal gol immediato il Lecce continua a spingere e dopo una punizione di Falco di poco alta sulla traversa al 19' trova il pareggio: tocco di Stepinski per Coda che con un destro sul primo palo fulmina Volpe. La partita si accende, la Cremonese non ci sta e a metà tempo Gabriel in due occasioni salva il Lecce, prima con un doppio intervento prodigioso ravvicinato su Terranova e Ravanelli, poi con una respinta felina su un colpo di testa di Ciofani. Le due squadre ci provano sino alla fine, Corini inserisce forze fresche come Bjorkengren, Pettinari e Calderoni, ma al fischio finale il verdetto è quello di un pari giusto, anche se proprio a tempo scaduto il Lecce sfiora il terzo gol con un colpo di testa di Paganini alzato sulla traversa da una grandissima risposta del portiere Volpe.

TABELLINO

LECCE - CREMONESE 2-2

Marcatori: Gaetano al 30' p.t., Valzania al 34' p.t., Dermaku al 2' s.t., Coda al 19' s.t.

Lecce (4-3-3): Gabriel; Adjapong, Lucioni, Dermaku, Zuta (dal 41' s.t. Calderoni); Majer (dal 1' s.t. Stepinski), Tachtsidis, Henderson; Falco (dal 34' s.t. Bjorkengren), Coda (dal 34' s.t. Pettinari), Listkowski (dal 20' s.t. Paganini). (Bleve, Vigorito, Meccariello, Rossettini, Monterisi, Maselli, Felici). Allenatore Corini.

Cremonese (4-3-1-2): Volpe; Fiordaliso, Ravanelli, Terranova, Crescenzi (dal 24' s.t. Valeri); Valzania (dal 43' s.t. Zortea), Gustafson, Deli (dal 24' s.t. Castagnetti); Gaetano; Ceravolo (dal 12' s.t. Ciofani), Strizzolo (dal 12' s.t. Buonaiuto). (De Buono, Zaccagno, Nardi, Bia, Schirone, Pinato, Celar). Allenatore Bisoli.

Arbitro: Paterna di Teramo (Di Vuoto-Vono, IV Ufficiale Dionisi).

Note: spettatori paganti 614, ammoniti Terranova, Strizzolo, Fiordaliso, Gustafson, Castagnetti, recupero 1' p.t., 3' s.t.