LA VIGILIA DELLA VERITA'. Qui "LIVE" la conferenza stampa di CORINI

Venerdì 12 Febbraio 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Domani il Lecce sarà a Cremona per un ennesimo esame e per giocarsi un'altra fetta di credibilità in questo campionato, almeno per determinati obiettivi.

Alle 12 di oggi c'è grande attesa per la conferenza stampa del tecnico Eugenio Corini, che certamente farà chiarezza anche sulla presenza o meno in Lombardia dei “senatori” Mancosu e Tachtsidis, da ieri in differenziato negli allenamenti quotidiani dei giallorossi.

SoloLecce.it ritiene importante in questa fase della stagione questo appuntamento con i giornalisti del tecnico del Lecce, per cui vi riporterà in tempo reale tutti i concetti e i temi tecnici e tattici che l'allenatore bresciano offrirà alla stampa.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA IN TEMPO REALE.

La conferenza stampa del tecnico del Lecce sta per iniziare.

Punto indisponibili doveroso nel dettaglio - "Restano fuori Adjapong, Calderoni che speriamo di recuperare per Lecce-Cosenza, Dermaku che ha superato l'infortunio di Reggio Calabria ma adesso deve fare i conti con una fascite plantare, Listkowski per cui pure stiamo lavorando in funzione di Lecce-Cosenza per un problema al tendine, Paganini per una sciatalgia, Mancosu perchè ha riferito nel dopo-partita di Lecce-Brescia di avvertire un dolore per una vecchia cicatrice, un dolore che ha riferito ancora di avvertire anche oggi, infine anche Tachtsidis per cui vale lo stesso discorso: ha riferito di avere un dolore al polpaccio e anche questa mattina allo staff sanitario ha riferito la stessa cosa. Li valuteremo alla ripresa, la settimana prossima".

Come sono nate le scelte di Lecce-Brescia a gara in corso - "Nessuno tra Mancosu e Tachtsidis era stato sostituito per questi problemi fisici, nessuno aveva avvertito queste fitte, entrambi sono stati sostituiti per esigenze tattiche legate allo sviluppo della gara. Solo dopo sono emersi questi problemi fisici".

Come ovviare - "Henderson ha lavorato da trequartista già in campo con il Brescia, abbiamo insistito in questi pochi giorni ancora su questi movimenti. Hjulmand oramai è nei meccanismi per rivestire il ruolo di Tachtsidis".

Palloni finali da gestire meglio - "Certamente con il Brescia la situazione venutasi a creare nel finale si poteva gestire meglio. Dobbiamo lavorare su questo e l'abbiamo fatto in questi giorni".

Stagione complessa - "E' una stagione particolare: abbiamo iniziato e subito dopo tre settimane già avevamo le prime gare ufficiali, quando di solito ci sono almeno sei settimane per creare un gruppo in ritiro. C'è stato il coronavirus, il mercato, cinque nuovi innesti anche a gennaio dopo i tantissimi estivi. Siamo sempre in rincorsa di un equilibrio generale, ma sino alla doppia gara casalinga avevamo anche una buona classifica. Non siamo stati capaci di fare quel che volevamo alla vigilia di questo doppio impegno con Ascoli e Brescia, ma solo combattendo possiamo uscire da questa situazione, l'atteggiamento non deve mutare, dobbiamo lottare a testa alta".

Cremonese - "C'è la consapevolezza di affrontare un buon avversario, che gioca un calcio propositivo con tre uomini davanti, con tanti elementi che cercano l'offensività. Abbiamo le armi per opporci bene".

Rodriguez Delgado subito - "Domani giocherà titolare. Avrebbe bisogno di altro tempo per mettere dentro benzina, per cui vedremo quanta continuità avrà, ma il suo impatto a gara in corso spesso devastante mi spinge a provarlo dall'inizio".

Cambi in mediana - "Ci sto ragionando più nel complesso della formazione nella sua interezza: dall'inizio ci saranno delle novità, quattro o cinque cambi sugli undici di Lecce-Brescia, anche per gestire le energie di queste gare estremamente ravvicinate. Comunque nulla di improvvisato, i ragazzi sanno tutto e su queste varianti abbiamo lavorato questi giorni".

La conferenza stampa è terminata. Grazie per averci seguito così numerosi.