CORINI VUOLE IL RISCATTO: "ci proveremo sino alla fine. I tifosi ci spingano a questo sogno"

Lunedì 3 Maggio 2021 | Marco Errico | News

LECCE - Eugenio Corini è fiducioso sullo spirito di reazione del suo Lecce e si aspetta una risposta importante nel big match di domani a Monza, dopo la sconfitta casalinga con il Cittadella. Ecco le sue parole alla vigilia prima della partenza della squadra per la Lombardia.

Situazione - "Pettinari non sarà disponibile per le prossime tre partite, mentre per Calderoni c'è un piccolo spiraglio per poterlo avere nelle ultime due giornate, di sicuro non a Monza. Per quanto riguarda Yalcin lui è arrivato a Lecce in una condizione non ottimale anche per la situazione coronavirus, ora è anche in Ramadan e dunque sta vivendo un momento particolare. Ma è un giocatore che può diventare importante dentro la partita, soprattutto adesso che non c'è Pettinari potrà avere la possibilità di dimostrare le grandi qualità che lascia vedere in allenamento. Anche Stepinski ha caratteristiche importanti ed è una delle opzioni sulle quali sto pensando per farlo partire dall'inizio domani".

Centrocampo - "Per il centrocampo ho provato un paio di soluzioni per la sostituzione di Majer, ne ho in mente anche una terza ma voglio valutare sino all'ultimo minuto, tanto è vero che non ho ancora comunicato la formazione alla squadra. Listkowski non gioca da tanto tempo, ha fatto solo due allenamenti con la squadra, potrebbe essere un'opzione magari per uno spezzone nel finale di partita".

Musica - "La squadra ha sempre avuto grande continuità di rendimento, anche dopo la sconfitta casalinga con la SPAL ha reagito immediatamente andando a vincere a Vicenza. Sabato sera non riuscivo a prendere sonno perchè quando si perde faccio fatica ad addormentarmi e ho guardato un documentario sul gruppo musicale dei Coldplay. Raccontavano che quando erano giovani artisti hanno avuto tante difficoltà e suonavano negli scantinati, ma poi si sono compattati e hanno raggiunto il successo. Questo esempio dimostra che se sogni in grande, tutto dipende dai comportamenti e dalla volontà che hai. Quando le cose non vanno come vorresti, in quel momento devi dimostrare chi vuoi essere. E credo che i ragazzi abbiano tutte le caratteristiche per dare una risposta importante nella trasferta di Monza".

Cambi - "Penso che le prestazioni siano state fatte nelle ultime due partite casalinghe, anche chi è subentrato  ha contribuito alla spinta della squadra. Non sempre i cambi possono essere decisivi, ma come inerzia ed atteggiamento sono soddisfatto. A volte quando si entra in campo si è incisivi, si ha un impatto determinante. Altre volte questo accade meno, ma l'impegno c'è sempre stato da parte di tutti. E in ogni caso con il Cittadella avremmo meritato sicuramente un risultato diverso, invece non siamo stati premiati".

Monza - "Loro contro la Salernitana hanno giocato con il 3-5-2, non so se per una scelta strategica o per la situazione di emergenza per le tante assenze. Non posso immaginare se Brocchi tornerà ad uno dei moduli di riferimento, il 4-3-3 o il 4-3-1-2. Noi comunque siamo pronti ad ogni soluzione. E' una squadra che ama giocare con il palleggio e l'azione manovrata, noi dovremo metterci la giusta intensità nella fase di non possesso e provare le nostre soluzioni quando avremo il pallone. All'andata loro all'inizio ci hanno messo un po' in difficoltà, ma poi siamo venuti fuori bene e avremmo anche potuto vincere".

Tifosi - "A loro posso dire che comprendo la delusione dopo la sconfitta con il Cittadella, ma posso garantire che questo gruppo di lavoro è coeso e intenso nella ricerca del risultato, vogliamo andare a prenderci questo sogno che abbiamo tutti. A loro chiedo di esserci vicino in questo momento, di spingere con la loro energia. La squadra non lascerà nulla di intentato e ci proverà sino alla fine".