Cronaca

UN MOSTRO A PROCESSO: violentava la figlia e teneva i figli maschi sporchi e senza mangiare. Arriva il SI' AL GIUDIZIO

Sarà processato un uomo leccese, a cui sono addebitate accuse squallide





LECCE - Una storia di squallore e degrado arriva da Lecce, dove la Procura della Repubblica ha chiesto e ottenuto il processo per violenza sessuale aggravata dalla minore età e dal rapporto di parentela che vedrà sul banco degli imputati un padre degenere che ha tenuto per anni i figli malnutriti, sporchi e nel degrado, costringendo la figlioletta femmina a continui rapporti sessuali sin da quando era bambina.

Il sì al processo è arrivato dopo l'udienza preliminare davanti al GUP Alcide Maritati, a cui il PM Luigi Mastroniani ha chiesto il rinvio a giudizio. I tre figli saranno parte civile e da anni sono stati già sottratti all'inferno familiare a cui erano costretti a sottostare.

La ragazzina, in particolare, continuamente oggetto delle attenzioni sessuali del padre si sarebbe anche tagliata più volte volontariamente con l'intenzione di suicidarsi o comunque farsi del male per essere portata via da quella casa. I suoi fratellini, invece, erano costretti a vivere anche senza mangiare per giorni, vestiti sempre uguali, sporchi e senza nessuna attenzione.



Commenti

RUGGITO LUCIONI. Il capitano manda il Lecce alla carica: "a Pisa per dimostrare chi siamo"
IL CONFLITTO D'INTERESSE DI CORVINO? "ACCUSE INFONDATE": sospeso l'agente Grimaldi