Su SoloLecce.it. OKOLI-BJARNASON-ARIAUDO: Corvino sceglie, ma è dura su tutti i fronti

Martedì 29 Giugno 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - La pista che porta ai freddi mari del Nord Europa e le due piste tutte italiane. Il Lecce stringe i tempi per affondare il “colpo” grosso in difesa, fare quel salto di qualità che l'ambiente e Baroni si attendono dopo due anni complicati nelle retrovie.

Caleb Okoli, classe 2001 di proprietà dell'Atalanta, è il primo nome sul taccuino del DS Corvino che vorrebbe strappare all'Atalanta una opzione sulla proprietà futura del Nazionale Under 20 azzurro nell'ultima stagione protagonista nella SPAL (FOTO SOTTO LA SUA ESULTANZA AL GOL AL “VIA DEL MARE”, PROPRIO CONTRO IL LECCE).

Da quell'orecchio a Bergamo però non sembrano sentirci, i talenti giovanili la “Dea” non li divide con nessuno e per Okoli ha già una valutazione di bilancio nel patrimonio societario pari a 10 milioni di Euro per una futura vendita. Trattativa complicatissima, ma Corvino ci crede.

Brynjan Ingi Bjarnason l'hanno dato tutti per giallorosso…, tranne noi come sanno benissimo i nostri lettori più assidui.

Nazionale islandese, difensore moderno, tipicamente nordeuropeo ossia capace sia di impostare che di far prevalere la forza fisica, Bjarnason deve solo decidere il suo futuro, visto che anche la massima categoria del campionato russo lo reclama con un paio di contratti allettanti.

Il Lecce ha messo sul tavolo quasi 300mila Euro per il cartellino e una percentuale della futura vendita, a livello societario è molto più vicino al sì che per Okoli. Tocca al giocatore…

Intanto Bjarnason (SECONDA FOTO SOTTO) prosegue le sue fatiche di campionato con i compagni del KA Akureyri, con un pari 1-1 sul terreno dell'Hafnarfjordur. Pareggio arrivato in rimonta, con novanta minuti da titolare per il potenziale acquisto del Lecce, ammonito in avvio di gara.

In “caldo” il DS del Lecce si tiene l'ipotesi Lorenzo Ariaudo (Frosinone, ULTIMA FOTO SOTTO), esperto 32enne di scuola Juventus. Un acquisto decisamente meno problematico ma in questa fase leggermente meno preferito dall'uomo mercato del Lecce che vorrebbe regalare al suo allenatore e soprattutto al patrimonio societario un profilo di maggiore prospettiva anagrafica.

Anche perchè pure Ariaudo ha una quotazione di mercato tutta da pagare, poco meno di un milione di Euro…