LA "BOMBA"! FALCO, CERTIFICATO MEDICO al Lecce: "forte stato d'ansia". Gli rinfreschiamo la memoria sulle ultime ore di mercato (in cui non aveva ansie...)

Giovedì 29 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Un "forte stato d'ansia".

Con questa motivazione il medico personale ferma Filippo Falco, che ha inviato un certificato medico al Lecce.

Tre giorni di riposo, la prognosi fatta nei giorni scorsi dal professionista di famiglia del calciatore di Pulsano.

Si apre una vicenda dai contorni complicati per il Lecce, alle prese con l'insofferenza del calciatore tarantino che sino all'ultimo giorno di mercato ha fatto di tutto per lasciare il Salento.

"Scoperto" casualmente in un ristorante leccese del centro storico il giorno prima della chiusura delle operazioni di mercato il numero dieci giallorosso ha personalmente trattato al telefono sino all'ultimo minuto, assieme al suo agente, per sollecitare una tra Cagliari, Sassuolo, Udinese e Parma a fare un'offerta al Lecce.

Squadre precise, che possiamo citare con certezza estrema, visto che venivano nominate direttamente e in maniera veemente dallo stesso Falco nelle sue concitate (e agitate...) telefonate.

Sono "solo" quattro i testimoni di quella serata, nel caso in cui Falco volesse smentirci siamo pronti a ricostruire anche le sue parole al telefono, protese a cercare una qualunque soluzione pur di restare in Serie A.

Ora le responsabilità di una Serie B difficile iniziano a farsi sentire con tutto il loro peso. Ma il Lecce merita rispetto e con il Lecce e i suoi colori anche una società che ha sempre valorizzato Falco e l'ha ricostruito come calciatore da proporre a certi palcoscenici.