News

LE VERITA' DI STICCHI DAMIANI E IL REGALO AI TIFOSI: "niente copertura dello stadio con questi fondi, ma arriva il tabellone nuovo"

Le parole del Presidente del Lecce: il punto sulla situazione stadio

LECCE - Scontata la squalifica che l'ha tenuto fermo dagli appuntamenti ufficiali con la stampa dopo il caos di Lecce-Milan, è tornato a parlare il Presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani con cui abbiamo fatto un punto rapidissimo, a tutto tondo, su temi “bollenti” che interessano la tifoseria. Ecco le sue parole.

Lavori allo stadio con i Giochi del Mediterraneo - “C'è ancora incertezza, ritengo, non è tutto chiaro anche quel che viene dato per scontato. In ogni caso dobbiamo fare in modo di essere pronti per quando si sbloccherà l'iter. Avevo già annunciato mesi addietro che questa società è pronta a farsi carico di uno studio di fattibilità tecnico ed economico che possa accorciare i tempi per dare il via ai lavori. E' un impegno che come detto abbiamo preso mesi addietro, quando abbiamo iniziato ad avere dei dubbi concreti sul percorso che ci porterà verso queste realizzazioni, è una opportunità che lasciamo sul terreno, ancora valida”.

Copertura? - “Allo stato attuale e per le somme che si immagina di destinarci non ci sarà questa opportunità”.

Ma c'è una sorpresa - “Nel girone di ritorno grazie alla partnership con ‘Infront’ avremo in dotazione allo stadio un nuovo tabellone elettronico di ultima generazione. E' un regalo di Natale per i nostri tifosi”.

Il finale di Lecce-Bologna - “Episodi chiarissimi a fine gara, dall'abbaglio assoluto del fuorigioco rilevato su Dorgu al rigore concesso per un fallo su Falcone dopo un movimento da attaccante puro. L'intervento della Sala VAR è stato doveroso, ha sanato un abbaglio colossale”.

Piccoli e la sua esultanza - “E' stato emozionante vedergli mostrare i ritratti di Lorusso e Pezzella sotto la Curva Nord. Dopo il gol il suo pensiero è andato lì, e pensare che è un ragazzo appena arrivato. Ha compreso l'importanza dell'eredità morale che alcuni calciatori del passato hanno lasciato nel Salento”.

Percorso importante - “Abbiamo fatto un buon percorso, non c'è bisogno di creare pressione su questa squadra che i risultati li sta ottenendo, è inutile contare i giorni dall'ultima vittoria. In A capita, capita alle grandi immaginiamo a noi. L'essenziale è andare a Empoli diversi dallo scorso anno. Mi brucia quella sconfitta perché pensavamo di fare risultato col minimo sforzo. Spero che quella partita ci serva da buona lezione”.

Commenti

Squadra al lavoro: ALMQVIST torna in differenziato, FALCONE con la febbre. LE ULTIMISSIME
LA STATISTICA SI FA PIU' DURA! E' il Lecce la squadra più "cattiva" della A. Cosa cambia nelle rotazioni delle squalifiche