PARLA CORINI: "ad Ascoli per crescere ancora. Stepinski è pronto, ma parte Coda"

Venerdì 2 Ottobre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Il tecnico del Lecce Eugenio Corini ha parlato alla vigilia della trasferta di Ascoli Piceno in casa dei bianconeri. Ecco le sue parole e i tanti temi di questo delicato momento stagionale, tra mercato e avvio in campionato.

Determinazione - "Vincere aiuta a vincere, soprattutto in fase di costruzione. La vittoria in Coppa è stata importante, contro una buona squadra che per un tratto ci ha messo in difficoltà. Mi è piaciuta la voglia, la determinazione di andare a vincerla. Ci sono stati aspetti positivi, come il passaggio del turno che ci permette di misurarci con il Torino, una squadra di A".

Mancosu - "Marco non ha giocato in Coppa perchè aveva un affaticamento al soleo, ora è a disposizione, valuterò se farlo partire dall'inizio o a gara in corso".

Buon avversario - "L'Ascoli è una buona squadra, preparata bene, che ha fatto un ottimo punto a Brescia dove ha rischiato di vincere nel finale. In Coppa non sono andati bene, ma sono organizzati, con individualità importanti sulle punte esterne. Dovremo fare una gara importante per portare a casa un risultato positivo".

Tachtsidis - "Il suo rientro è importante, anche se vanno valutate le sue condizioni. Sta crescendo molto, non ha una partita intera nelle gambe".

Novità davanti - "Stepinski è pronto, ha fatto tutto il ritiro col Verona, è a disposizione. Comunque sono contento di Coda, davanti domani parte lui dall'inizio. Gli sta mancando il gol ma mi piace per come si impegna e per come si muove con i compagni".

Cambio di modulo? - "Le caratteristiche e le qualità dei calciatori vanno adattate ai sistemi di gioco che possano valorizzarli. A mercato chiuso avremo certezze sulla struttura tattica su cui lavorare".