BJARNASON, NEL SOLCO DEI GRANDI: "qui per diventare come Baroni, Chiellini e Bonucci"

Martedì 13 Luglio 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Si è presentato alla stampa e all'ambiente leccese il nuovo centrale difensivo giallorosso Brynjar Ingi Bjarnason, islandese già nel giro della Nazionale maggiore, giovane promessa del calcio del Nord Europa.

Ecco le sue prime parole giallorosse, riportate taccuini alla mano in versione sintetica, poi sotto in forma integrale con il video della società giallorossa tutto da ascoltare.

Italia - “E' stata una ottima opportunità. Penso non ci sia luogo migliore per diventare un grande difensore. Ho una buona visione del gioco, sono un difensore moderno, a cui piace anche impostare. Poi sono alto e questa è certamente una caratteristica positiva, che serve dietro in difesa”.

Differenze - “Direi abissali quelle tra il calcio islandese e quello italiano. In questi giorni sono stato benissimo, tutti sono a mia disposizione, mi sono sempre sentito a casa. Corvino mi ha inviato molti video, dei tifosi, della città, dello stadio: a me Lecce è sembrata la scelta perfetta".

Idoli - “Sono nella terra dei difensori, è facile dire Bonucci e Chiellini. All'Europeo hanno dimostrato ancora di essere i migliori. E' importante per me crescere con un tecnico che è stato difensore centrale. Ho saputo che è stato molto forte da calciatore, sarà utile alla crescita dei miei 21 anni”.

Nazionale col gol - “E' stata una sensazione unica giocare in Nazionale maggiore e segnare. Penso di aver fatto bene nelle ultime amichevoli, non ero mai stato a confronto con elementi così forti e contro avversari così in alto nel calcio europeo”.

Mercato - “Dopo quelle partite con la Nazionale ho avuto tantissime telefonate, ho scelto Lecce perchè qui posso crescere meglio, umanamente e come calciatore. E' la scelta perfetta, non sono spaventato della concorrenza, sono qui per migliorare e far crescere il Lecce con le mie prestazioni”.