News

Inseguendo il RECORD di "Cheva", ma KRSTOVIC ha ancora più fame: "NE VOGLIO 15"

Il montenegrino fissa oltre la doppia cifra l'asticella del suo primo campionato italiano: l'obiettivo è ambizioso





LECCE - Ha fatto rientro nel Salento dopo gli impegni con la sua Nazionale per inseguire un altro pezzettino di storia statistica giallorossa.

Parliamo di Nikola Krstovic che con 4 reti in 7 presenze è entrato nel “club” esclusivo dei bomber del Lecce che hanno fatto numeri simili in A (Bjelanovic, Strefezza, Chevanton, Lucarelli e Mancosu). Il prossimo numero nel mirino è quello di Chevanton, capace di realizzare 5 reti nelle prime 10 presenze con il Lecce 2001/2002.

Kristovic oggi si è presentato in Sala Stampa per rispondere anche alle altre domande e considerazioni dei giornalisti. Ecco le sue parole, qui in questa ampia sintesi scritta, sotto nella versione video integrale.

Nazionale - “In amichevole non ho giocato per preservarmi per la gara successiva in Serbia, ma è arrivata una sconfitta. Voglio ancora dare il massimo per la mia Nazionale, ma per fare bene dovrò far bene con il Lecce. Ora sono concentrato al massimo sulla Serie A”.

Udine - “Sarà molto dura. L'Udinese non è partita benissimo, noi invece dobbiamo continuare a credere in quanto di buono abbiamo fatto prima della sosta”.

Nuovi “trattamenti” - “All'inizio sembrava più semplice, poi dopo il 2° gol di fila i difensori avversari hanno iniziato a trattarmi male. Dovrò fare di meglio, quel che ho fatto nelle ultime gare evidentemente non basta più”.

Obiettivo doppio - “Segnare tanto porta con sé anche la salvezza, l'obiettivo, dunque diciamoli entrambe. Poi ci sono partite come con il Genoa in cui ci ho provato 5 volte senza segnare e abbiamo vinto, e va bene lo stesso. Un traguardo personale è ovvio che lo abbia, altrimenti non ci sarebbe ambizione, vorrei arrivare a 15 reti in un campionato”.

Trasferta - “Dobbiamo cercare i 3 punti, non dobbiamo puntare al poco. A Udine dobbiamo provare a vincere”.



Commenti

DIONISI TORNA SU LECCE-SASSUOLO: "accusato dai social per aver parlato di dominio. Vi dico la mia"
E' SEMPRE MERCATO! In fila per DORGU. A Repubblica Ceca-Danimarca gli "scout" dell'ATLETICO MADRID