PIZZINI, BATTAGLIA PERSA a causa dei regolamenti europei che vietano le comproprietà. E LUI ENTRA E SEGNA!

Lunedì 2 Agosto 2021 | Cosimo Carulli | News

FLORENCIO VARELA - Francisco Pizzini è stato accontentato. E lui risponde con gol e guidando una grande rimonta dei suoi compagni ritrovati.

L'Independiente si “ammorbidisce” per non perdere il calciatore a zero (il contratto era in scadenza) e dall'iniziale richiesta di un milione di dollari (poco più di 900mila Euro), accetta il compromesso della comproprietà a 200mila dollari con il Defensa y Justicia che ha acquistato ufficialmente l'altra metà dell'ala offensiva argentina.

Un'operazione impossibile nel calcio italiano, dove le comproprietà sono state abolite da diversi anni e dove non è più possibile condividere in due società la proprietà di un cartellino di un tesserato.

Ricevuto l'ok alla trattativa Pizzini si è trasferito immediatamente da Avellaneda a Florencio Varela, città del Defensa y Justicia, debuttando con gol a 20 minuti dal suo ingresso in campo nella ripresa della 4' di campionato andata in scena ieri sera in casa contro il Gimnasia y Esgrima.

Ospiti avanti sino allo 0-2, ribaltati dal “ciclone” Pizzini che come detto entra, segna e guida la rimonta sino al 3-2 finale dei gialloverdi.