Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

MALEDETTA CREMONA: il Lecce sbatte su pali, infortuni e errori individuali. La cronaca

Domenica 7 Aprile 2019 | Marco Errico | News

CREMONA - Il Lecce si ferma sul più bello. Una doppietta di Strizzolo spezza la corsa della formazione giallorossa, capace comunque di lottare in dieci per oltre un'ora nonostante l'inferiorità numerica per l'espulsione di Vigorito a metà del primo tempo.

Novità - Liverani rilancia nella formazione di partenza Tachtsidis, Meccariello e Palombi che vince il balottaggio con Falco. Il Lecce prova a prendere subito l'iniziativa, la Cremonese pensa soprattutto ad occupare gli spazi e riparte quando è possibile. Dopo una manciata di minuti La Mantia si fa ammonire per simulazione: diffidato, sarà squalificato e salterà il Carpi. L'attaccante si riscatta però al 20', quando su cross di Calderoni si fa spazio tra due avversari e con un colpo di testa colpisce la parte alta del palo.

Episodio decisivo - Proprio quando la squadra di Liverani sembra pronta a prendere il sopravvento, arriva la svolta che non ti aspetti. Vigorito "liscia" clamorosamente un rinvio, per rimediare atterra Strizzolo poco fuori dall'area e rimedia il rosso diretto. Liverani corre subito ai ripari con Bleve che prende il posto di Palombi, mentre la squadra viene ridisegnata con il 4-4-1. Dopo qualche minuto di sbandamento, però, è ancora il Lecce a fare la partita. Clamorosa l'occasione di Meccariello che calcia a colpo sicuro da ottima posizione, ma Agazzi dice di non con un grande intervento. Poi ci prova ancora La Mantia in girata, sempre su cross di Calderoni, ma la conclusiopne dell'attaccante è imprecisa. L'unico brivido per il Lecce proprio al 45', quando Castrovilli su punizione manda la sfera poco sopra l'incrocio dei pali.

Doppietta e stanchezza - Nella ripresa il Lecce riparte, nonostante l'inferiorità numerica. E al 6' ancora il palo nega la gioia del vantaggio ai giallorossi, questa volta su colpo di testa di Meccariello. Al 15' Liverani perde anche Calderoni, costretto al cambio per un problema muscolare (sostituito da Marino), e la squadra giallorossa comincia a calare vistosamente. Al 23' arriva il vantaggio della Cremonese: tiro di Castrovilli, respinta corta di Bleve, male dritto per dritto, ne approfitta Strizzolo che tocca da pochi passi. Poi al 33' l'attaccante firma il raddoppio con un altro appoggio comodo sotto porta. E per il Lecce scorrono i titoli di coda di un pomeriggio da dimenticare.

TABELLINO

CREMONESE - LECCE 2-0

Marcatori: Strizzolo al 23' s.t., Strizzolo al 33' s.t.

Cremonese (3-5-2): Agazzi; Caracciolo, Claiton, Terranova; Mogos, Arini, Castagnetti, Castrovilli (dal 32' s.t. Croce), Migliore; Carretta (dal 15' s.t. Piccolo), Strizzolo (dal 43' s.t. Strefezza). (Ravaglia, Volpe, Rondanini, Soddimo, Del Fabro, Emmers, Montalto, Renzetti, Boultam). Allenatore Rastelli.

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni (dal 15' s.t. Marino); Petriccione, Tachtsidis, Tabanelli (dal 26' s.t. Falco); Mancosu; La Mantia, Palombi (dal 25' p.t, Bleve). (Milli, Riccardi, Arrigoni, Tumminello, Haye, Saraniti, Felici, Pierno, Mayer). Allenatore Liverani.

Arbitro: Di Martino di Teramo (Lanotte-Chiocchi, IV Ufficiale Piscopo).

Note: espulso Vigorito al 25' p.t. per fallo da ultimo uomo, ammoniti La Mantia, Migliore, Castrovilli, Petriccione, Tachtsidis, recupero 1' p.t., 5' s.t.