Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

RACALE, ARRIVA SALVINI E SCOPPIA IL CAOS. Contestazione e insulti. Lui accende il fuoco: "avete virus strani"

Sabato 18 Luglio 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

RACALE - Insulti, cori, urla e spintoni.

Matteo Salvini è arrivato a Racale attorno alle 14, mezz'ora dopo il previsto, al culmine del suo tour elettorale salentino in vista delle Elezioni Regionali di settembre in cui la Lega in Puglia sosterrà il candidato Presidente Raffaele Fitto.

L'ex Ministro dell'Interno e Segretario del "carroccio" è stato accolto da un centinaio di sostenitori che hanno sfidato il sole cocente e da una cinquantina di contestatori: "vai a lavorare", "pagliaccio", hanno urlato gli oppositori, "si portassero a casa gli immigrati e li mantenessero, tanto sicuramente sono dei figli di papà", "se sono lì hanno virus strani", la risposta dal palco del leader della Lega.