Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI: "molto male, ma questo è il nostro campionato. Dobbiamo reagire"

Domenica 26 Gennaio 2020 | Cosimo Carulli | News

VERONA - A fine gara nella "pancia" del "Bentegodi" si è presentato in Sala Stampa come di consueto il tecnico Fabio Liverani per lo spazio interviste. Ecco le sue dichiarazioni.

Molto male - "Abbiamo fatto male e meritato la sconfitta, anche se ogni partita offre delle indicazioni, anche positive. I problemi sono nati dal fatto che non abbiamo mai ribattuto ai loro movimenti, soffrendo troppo senza scalare le uscite con il pallone del Verona. Comunque ha fatto la differenza un calcio da fermo, su cui dovevamo stare molto più attenti. Una volta sbloccata la gara in quel modo il Verona ha potuto giocare in discesa. Le occasioni per Majer e Lapadula potevano raddrizzarla, ma siamo stati sfortunati".

Motivi - "Non riusciamo a mantenere per tutti e novanta minuti cattiveria e attenzione. Probabilmente è l'aspetto mentale quello su cui dobbiamo lavorare maggiormente. Non possiamo però certo pensare di fare i punti solo con le big. Serve fare meglio con le dirette concorrenti".

Problemi fisici - "Anche oggi ci lecchiamo le ferite. Ce la siamo giocata senza Petriccione, uscito malconcio da uno scontro con un compagno in allenamento. Lucioni ha accusato dei conati di vomito, Gabriel ha avuto un problema alla schiena da valutare. Tachtsidis si dovrà sottoporre a degli esami strumentali in seguito a una distorsione al ginocchio".

Reazione obbligata - " Da domani lavoreremo con la stessa voglia e umiltà di sempre, concentrati verso il nostro obiettivo. Non eravamo fenomeni dopo l’Inter, non siamo scarsi adesso. Dobbiamo solo impegnarci a reagire e riprendere la giusta strada, anche perché questo è il nostro campionato fino a maggio. Sofferenza e difficoltà a cui dovremo saperci opporre da squadra".