News

"MIRACOLO" HELGASON: "non ci credo, è stato tutto pazzesco. 11mila gridavano il mio nome"

Le parole della mezzala giallorossa, decisiva in questo Lecce-SPAL





LECCE - Giornata indimenticabile per Thorir Johann Helgason, il classe 2000 islandese che ha deciso questo Lecce-SPAL.

Ovviamente il suo passaggio in Sala Stampa era d'obbligo. Ecco le sue parole, le sue emozioni dopo il 1° gol che “conta”, il 1° italiano.

Che gioia - “Sono molto felice, per la vittoria e per il mio gol. Chissà potrebbe essere importante per il campionato. E' stato pazzesco: sentire tanta gente che gridava il mio nome mi ha fatto venire la pelle d'oca. Mi dedico il gol da solo, aspettavo da tanto questo momento, ho lavorato e ci ho provato tante volte. Ci sono riuscito. Sono dei movimenti preparati e rifatti in allenamento tante volte. Sui possessi di Coda noi dobbiamo fare dei movimenti. Ho visto che si è girato, che era pronto a darmela, mi sono buttato subito nello spazio giusto".

Presidente, mister e prospettive - “Sticchi Damiani era contentissimo per me, l'allenatore mi ha detto di non fermarmi adesso, di continuare. E' solo l'inizio. Sono rientrato dall'impegno con la Nazionale con un pareggio e una sconfitta, vivo giorno dopo giorno, felice del Lecce e della mia Nazionale. Per ora va bene così”



Commenti

VENTURATO E' NERO: "Lecce premiato oltre i suoi meriti. Potevamo anche vincerla"
E' stata lotta e "odio" per tanti campionati. ORA E' AMAREZZA CATANIA: una piazza gloriosa fuori dal calcio e umiliata