E' DECISO: Puglia "gialla", SI' A SPOSTAMENTI tra comuni e shopping. LA GUIDA DIVIETO PER DIVIETO

Giovedì 3 Dicembre 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

ROMA - Da venerdì o al massimo da lunedì ritorno alla normalità graduale per la Puglia che cambia colorazione del grado di rischio nell'emergenza coronavirus, da arancione a gialla.

Al massimo da lunedì, dunque, saranno consentiti gli spostamenti nei comuni, da paese a paese, dai paesi a Lecce e ovviamente viceversa. Riapriranno anche bar e locali di ristorazione al mattino e a pranzo, con chiusura alle 18 e solo asporto dalle 18 in poi. Resta il copriofuoco dalle 22 in poi, a carattere nazionale.

Attenzione! Natale e Capodanno, però, saranno "blindati" nei rispettivi comuni, quindi c'è meno di un mese per acquisti e spostamenti nei centri commerciali, occorre organizzarsi. Dal 21 dicembre al 6 gennaio tornerà il blocco degli spostamenti tra regioni e il divieto di raggiungere una seconda casa, mentre nei giorni "rossi" del calendario, 25-26 dicembre e 1° gennaio non ci si potrà spostare neanche tra i paesi, bisognerà stare tutti nel proprio comune di residenza o domicilio.

Per il 7 gennaio il Governo Conte immagina un graduale rientro alla normalità in tutta Italia, con la riapertura delle scuole superiori con la didattica in presenza.

Il Governo ha vietato cene e assembramenti natalizi e di fine anno in alberghi e grandi strutture come resort o luoghi di potenziale aggregazione: troppi italiani stavano cercando il modo di aggirare l'obbligo di restare in casa spostandosi negli alberghi con decine di parenti e amici. Anche loro saranno fuori uso, mentre pranzi e cene di Natale e Capodanno saranno consentiti solo con le parentele più strette, sino ai nonni, senza possibilità di allargare pranzo e cenone a zii, cugini e altre parentele.