INCREDIBILE A PARIGI! "Ammonisci quello lì, quel giovane nero". RAZZISMO in campo, sospesa PSG-Basaksehir

Martedì 8 Dicembre 2020 | La Redazione | News

PARIGI - Incredibile al "Parco dei Principi" di Parigi.

Per la prima volta una gara di Champions League viene sospesa per un presunto insulto razzista di un arbitro, in questo caso del Quarto Ufficiale, quello a bordo campo, all'indirizzo di un componente delle due panchine.

Succede tutto al 9' del primo tempo di PSG-Basaksehir, gara decisiva in quel girone per la qualificazione agli Ottavi di Finale, nel momento in cui il Quarto Ufficiale rumeno Sebastian Coltescu per indicare all'arbitro un componente della panchina del Basaksehir da ammonire lo apostrofa come "black guy", "giovane nero", per indicarlo in mezzo agli altri componenti della panchina dei turchi (si trattava del ViceAllenatore Achille Webo).

Apriti cielo: otto minuti di discussioni sul terreno di gioco e durissime prese di posizione dei calciatori in campo che alla fine hanno deciso di comune accordo di andarsene, di infilarsi nel sottopassaggio e non continuare a giocare, comunicandolo all'arbitro, pure lui rumeno, Ovidiu Hategan, tra l'altro tra i migliori fischietti di questa edizione della Champions League.

La partita proseguirà domani, con una nuova sestina arbitrale designata dall'UEFA (il designatore è l'italiano Collina).