MORTO DI SOLITUDINE E IN STATO DI ABBANDONO: 34enne trovato sotto i portici a Lecce

Giovedì 8 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

LECCE - Viale Otranto, pieno centro di Lecce. Sotto ai portici frontali all'Istituto "Marcelline", all'angolo di uno degli incroci più trafficati della città...

Per tutti era "Sony", il diminutivo affettuoso con cui tanti leccesi l'avevano conosciuto, Singh Nirvair, un giovane 34enne di origine indiana, senza fissa dimora: è lì, sotto a quei portici che è morto di stenti, di solitudine e probabilmente anche di denutrizione e abbandono.

Perchè dopo qualche sorriso e qualche battuta della mattina, scambiata con i residenti, poi arriva la notte, arrivano le tenebre, e si resta soli, sotto a quei portici... E "Sony" era uno dei tanti dimenticati di questa città che va troppo di fretta.

A notare il cadavere alcuni passanti che in mattinata hanno chiamato il 118 e i Vigili del Fuoco, ma l'uomo era già morto da diverso tempo: i soccorsi sono stati inutili.