News

BARONI e il suo Lecce "DAI DUE VOLTI". Il mister: "pari giusto, partita che ci aiuta a crescere"

Le parole del tecnico giallorosso al termine di Lecce-Benevento

13.02.2022 19:18




LECCE - Per Marco Baroni è stato un Lecce dai due volti, quello visto con il Benevento al “Via del Mare”.

Ecco l'intervista al tecnico giallorosso al termine di questo 1-1 casalingo.

Ripartenze “shock” - “Siamo partiti molto male, se avessi potuto li avrei cambiati tutti, abbiamo preso gol su un cross sbagliato, concesso ripartenze clamorose su calcio d'angolo a nostro favore. Incredibile. Queste difficoltà hanno tolto serenità alla squadra, che piano piano si è ritrovata ma solo dopo grosse sofferenze. Nel secondo tempo siamo entrati in area 42 volte, abbiamo messo dentro 20 cross, gli avversari hanno fatto un lancio da dietro e basta. Risultato che ci sta, partita che per tutto quel che ha offerto ci servirà a crescere”.

Sereni - “Abbiamo lottato con una squadra che è candidata alla vittoria del campionato, seriamente. Ci può stare di prendere gol, anche in questo modo sfortunato, ma bisogna restare sereni. La mancanza di serenità quei 20-30 minuti ci ha penalizzato molto”.

Cambi ok - “Mi ha fatto piacere vedere che ci sono ragazzi che crescono in personalità, 2001 come Helgason, 2000 come Gallo e Gendrey. Ho cambiato Barreca perchè spingeva poco, Majer invece soffre tanto quando le partite si mettono a colpi di lanci lunghi. Le sostituzioni forzate di Faragò e Tuia (anche lui da valutare in settimana) mi hanno impedito di provare un assalto finale con qualche attaccante”.

Strefezza out - “Mi dispiace per l'ammonizione, non giocherà la prossima, ma è un fatto che potrebbe fargli bene. Ha dato tantissimo, tirare il fiato lo farà stare meglio nel finale di stagione. Sono stati un po' ingenui i nostri raccattapalle in quella circostanza. Stanno migliorando molto Listkowski e Blin, che secondo me hanno fatto complessivamente bene”.

Solidità - “Questa squadra ha trovato solidità nel gioco e con il gioco. Riusciamo a muoverci bene quando siamo col possesso del pallone, poi sappiamo essere aggressivi e compatti senza. Bene così, sono qualità importanti per restare lì in classifica”.



Commenti

GIOIA STREFEZZA: "provato a vincere, ma siamo stati poco cattivi sotto porta"
ANCHE FARAGO' FA "PAURA": problema muscolare. Ecco dove e con quali conseguenze