News

PASTICCIO PREVENDITA: Frosinone impreparato, si fa travolgere da 1500 vendite leccesi. SARANNO IN 3 SETTORI

Tifoseria giallorossa "padrona" dello "Stirpe"? Ecco i numeri e il racconto di questo pasticcio settimanale





FROSINONE - Un bel pasticcio.

A Frosinone in soli due giorni sono stati travolti dall'onda giallorossa e le problematiche organizzative sono crescenti e tutte ancora da risolvere.

La riduzione di capienza imposta dalle norme anti-contagio dal coronavirus ha polverizzato in poche ore i 794 biglietti di settore Ospiti dello “Stirpe” riservati ai tifosi del Lecce (trasferta libera, senza restrizioni).

La voglia di Lecce è però straripante, come è straripante la fantasia di chi si è ingegnato e non si è perso d'animo, piantina dello stadio alla mano, catapultandosi sui biglietti del settore accanto a quello degli Ospiti, la Curva Sud, destinata ai tifosi del Frosinone sulla carta, ma piena di altri 450 tifosi del Lecce che hanno acquistato il ticket on line prima che la società ciociara si accorgesse dell'invasione salentina.

Stop immediato dunque alla prevendita in Curva Sud per i nati e i residenti nella provincia di Lecce, tifosi che si buttano dall'altra parte dello stadio, nella Tribuna Est dello “Stirpe”, dove forse per la fretta o per lo stato di confusione che oramai sta assumendo la vicenda il Frosinone ha dimenticato di piazzare contemporaneamente lo stesso divieto di vendita. Risultato? altri 120 biglietti venduti, per ora.

Allo “Stirpe”, dunque, saranno quasi 1500 i tifosi del Lecce sparsi in tutti i settori dello stadio (FOTO SOTTO IL SETTORE OSPITI DEL VECCHIO “MATUSA”, COLORATO DI GIALLOROSSO, DAL NOSTRO ARCHIVIO FOTOGRAFICO).



Commenti

"PRIMAVERA": domenica MEZZOGIORNO "DI FUOCO". Lecce-SPAL al "Via del Mare", via alla prevendita
"E' IN CODICE VERDE, TUTTO OK". Muore a 45 anni, "rimbalzato" da 3 ospedali. C'è una inchiesta