News

QUESTIONE DI STILE. STICCHI DAMIANI: "Olivieri? Peccato i comportamenti eccessivi, l'ho difeso sempre. Abbiamo tanti infortunati"

Le parole del Presidente del Lecce dopo il pari di Perugia e in vista della super sfida di sabato con il Brescia





LECCE - Settimana complessa, quella del Lecce che dopo il pari di Perugia da questo pomeriggio ricomincerà a caricare le pile in vista della grande sfida di sabato pomeriggio al “Via del Mare” con il Brescia di Inzaghi (si gioca dalle 14).

Abbiamo sentito tra presente e futuro il Presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani. Ecco le sue parole.

A Perugia vantaggio numerico sprecato - “Dopo un primo tempo ben giocato in cui loro non hanno mai tirato in porta giocare il secondo tempo in vantaggio numerico certamente anche per me rappresentava un buon viatico alla vittoria. Poi però il Perugia ha moltiplicato gli sforzi, veniva da due sconfitte di fila e non voleva raccoglierne un'altra, hanno giocato molto concentrati e ci hanno puniti. Per loro era la classica partita in cui dovevano dare delle risposte, anche alla piazza. Alla fine è un punto in rimonta”.

Infortuni - “Sono tanti i ragazzi fuori, Dermaku, ora Gabriel, Strefezza, Gargiulo, Di Mariano. Ha inciso e inciderà sulle scelte del tecnico che deve fare una formazione ogni tre giorni".

Vicenda Olivieri - “Olivieri è un buon calciatore altrimenti non l'avremmo preso. Si era creato un contesto sfavorevole a lui, quello di Lecce non era neanche un contesto tecnico probabilmente utile e adatto alle sue caratteristiche. Nei sei mesi in cui è stato qui l'abbiamo aiutato sempre e difeso più di sempre! Aveva una gran voglia di rivalsa, ci può stare, non ci sta quel che ha fatto eccedendo su tutti i comportamenti. Per chi conosce il calcio il classico gol dell'ex ci sta, un pizzico di rammarico per me che per vedere segnare Olivieri da Presidente ho dovuto aspettare che cambiasse maglia” (NELLA FOTO SOPRA IL MOMENTO DELLA FIRMA IN “CASA” LECCE PROPRIO DI OLIVIERI, CON STICCHI DAMIANI).

Verso il Brescia - “Ora tutti noi siamo proiettati sulla partita con il Brescia. E' una gara importante, inutile negarlo, mancano sempre meno giornate, a questo punto si può sbagliare poco. Arriveremo a questa gara in emergenza, ma questa volta giocando in casa mi auguro che la passione dei nostri tifosi possa aiutare la squadra a uscire dalle difficoltà, a sopperire a questo momento. Spero che il pubblico possa creare quel clima di entusiasmo che già altre volte si è rivelato determinante”.

Mercato di gennaio, primo giudizio su SoloLecce.it - “Purtroppo per una serie di circostanze sfortunate ancora non abbiamo potuto contare pienamente sull'apporto dei rinforzi arrivati in gennaio. Tra coronavirus e infortuni questi ragazzi non hanno potuto dimostrare le loro qualità. Mi auguro che possano ancora farlo, potrebbero diventare il valore aggiunto del finale di stagione”.



Commenti

"PRIMAVERA", I 6 GIORNI DELLA VERITA': lunedì si torna al "Via del Mare", prima il MILAN al "Vismara"
UN TUFFO NEL PASSATO, venuto bene! CATURANO batte Perucchini e Arrigoni e fa 100: "dedicato a papà, il mio angelo"